Il ministro Tria a Vienna per rassicurare l’Eurogruppo

“All’Unione europea ripeterò come sempre quel che verrà fatto”. Così il ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, arrivando a Vienna, in occasione della riforma informale dell’Eurogruppo. 

“L’Italia non è fragile. Non è il malato d’Europa”. Parola di Giovanni Tria. Il ministro dell’Economia, intervenendo alla riunione dell’Eurogruppo a Vienna, ha voluto rassicurare i partner a proposito dei  conti pubblici del nostro Paese. Nel frattempo, continua a lavorare sulla prossima legge di Bilancio.

Anche il commissario europeo per gli affari economici Pierre Moscovici ha parlato del bilancio italiano: “Voglio credere – ha detto – che realismo e pragmatismo si affermeranno. L’Italia deve avere un bilancio che consenta di ridurre il suo debito pubblico, perché se vuoi investire in Italia ci vuole meno debito e più capacità d’investimento e per questo continuo a chiedere finanze pubbliche serie. Sono contro l’austerità. Ma austerità è una cosa, mancanza di serietà un’altra”. Secondo il commissario Ue, “l’Italia deve ridurre il deficit strutturale come fanno gli altri Paesi della zona euro. Ma le regole, che non sono stupide perché permettono di ridurre il debito pubblico, sono fatte per tutti”.

Il vice presidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, sembra soddisfatto del colloquio che ha avuto con il ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria, in occasione del meeting informale dell’Eurogruppo. A dirlo è lui stesso, con un post pubblicato su Twitter: “Meeting molto positivo con il ministro Tria. Condividiamo le stesse idee sulla situazione economica e la necessità che la prossima legge di bilancio (italiana) riduca il debito e si traduca in un miglioramento del deficit strutturale“.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori