Minniti: promessa solenne sullo Ius soli entro legislatura

Dal palco della conferenza programmatica del Pd, che si è tenuta a Pietrarsa, il ministro Minniti chiede una promessa solenne da parte del partito democratico sullo Ius soli.

«L’adesso è lo ius soli: da qui dobbiamo prendere l’impegno solenne di approvare in questa legislatura lo ius soli. Non è una legge sull’ immigrazione ma sull’ integrazione, sono due cose radicalmente diverse». Lo dice il ministro dell’Interno Marco Minniti, dal palco del museo di Pietrarsa di Napoli. «Un grande partito di fronte a una legge di principi si batte, decide, convince. L’unica cosa che un grande partito non fa è rinunciare: noi non rinunceremo», sottolinea. In prima fila, ad applaudirlo, il segretario Pd Matteo Renzi che più tardi ha messo in chiaro: «Nessuna rottura tra il Pd e il governo».

La legge è stata approvata alla Camera il 13 ottobre 2015 con 310 deputati a favore, 66 no e 83 astenuti. Oggi è ancora bloccata al Senato dove la maggioranza rischia di non avere i numeri per approvarlo. La riforma si basa su un testo assai modificato rispetto a quello originario. Non introduce affatto uno ius soli puro: quindi chi nasce oggi in Italia non diventerebbe automaticamente italiano, né lo diventerebbe chi sbarca sulle coste italiane.

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori