Mobilità condivisa: bike e car sharing in espansione

In Italia spopolano il car e bike sharing, ovvero i servizi che permettono di noleggiare veicoli a tempo. Che si tratti di auto, bici o scooter i servizi per la mobilità condivisa in Italia sono aumentati del 17% nel 2017 rispetto al 2016 e  sono attualmente in espansione

E’ boom per la mobilità condivisa in Italia: bike sharing, car sharing e carpooling, i più utilizzati anche grazie alle app, fra il 2015 e il 2017 sono aumentati del 50%, garantendo a 18,1 milioni di cittadini l’utilizzo di almeno un servizio (28% della popolazione). Milano si conferma al top fra le città, con quasi 3.400 auto, 16.650 bici e più di 100 scooter elettrici. Il bike sharing con 39.500 bici offerte in 265 Comuni è il primo in Europa per diffusione. Le regioni del Sud, seppur indietro rispetto al Nord, segnano la crescita più alta (+57%). Gli utenti del car sharing sono 1.077.589 (2017) con 62 milioni di km percorsi; 7.679 i veicoli in servizio. Circa 2,5 milioni quelli del carpooling extraurbano. Aumentano i veicoli a zero emissioni: il 27% di scooter e auto condivise sono elettriche. E’ quanto emerge dal secondo Rapporto Nazionale sulla Sharing Mobility a cura dell’Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility (promosso dal Ministero dell’Ambiente e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile) presentato nel corso della Conferenza Nazionale della Sharing Mobility in partnership con Deloitte e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane a Roma presso la Stazione Termini.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori