E’ stata stubata, respira da sola e sta meglio. Sono gli ultimi momenti di Noemi, la bimba sparata in un agguato di Camorra a Piazza Nazionale a Napoli settimana scorsa.
“Datemi le mie bambole” sono state le prime parole della piccola, la sua prognosi rimane riservata, un nuovo bollettino medico sarà diramato nelle prossime 24 ore, ma cresce la speranza di salvare la bambina dopo una settimana intera di agonia. 

Share This:

Di Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori