Nonostante il caldo, tutti in sala! I film al cinema dal 1 giugno

Film spensierati e non questa settimana in sala. Per gli amanti di storie impegnate “Quello che so di Lei” e “Una vita, une vie”. Attesissimo il primo cinecomic dedicato interamente all’incredibile Wonder Woman. Visione scansionata e carica di testosterone, “Baywatch”, remake della serie cult anni ’90 con Zac Efron e Dwayne Johnson.

 

BAYWATCH, Commedia – Azione – Diretto da Seth Gordon con Dwanye Johnson, Zac Efron, Alexandra Daddario.

Consigliato: Nì

Esuberanti Dwayne Johnson e Zac Efron nel remake di “Baywatch”, la famosa serie che negli anni Novanta ha conquistato il pubblico grazie alle indimenticabili corse sulla spiaggia al ralenti. La chiave di lettura stavolta è fra il comico e il demenziale, nulla a che vedere con i protagonisti della serie tv (David Hasselhoff e Pamela Anderson). Resta però la componente sexy e avventuriera: la mission di Mitch Buchannon (Dwayne Johnson) e Matt Brody (Zac Efron) non sarà solo compiere i salvataggi più estremi, spingendosi là dove nessun’altro osa spingersi, ma anche quella di sventare un complotto criminale che minaccia la baia. Protagonista femminile la bella Alexandra Daddario.

Un film per ridere e per rifarsi gli occhi. Consigliato per chi non ha troppe pretese!

 

 

 

QUELLO CHE SO DI LEI: Drammatico –Regia di Martin Provost con Catherine Denevue, Catherine Frot, Olivier Gourmet.

Consigliato: Sì

Claire è un’ostetrica meravigliosamente dotata, con un talento naturale nel mettere al mondo i neonati con gesti dolcissimi. Ma nel corso degli anni, i suoi modi delicati, il suo senso di orgoglio e di responsabilità sono entrati in conflitto con i metodi delle moderne strutture ospedaliere. Più vicina alla fine della sua carriera che all’inizio, Claire comincia a mettere in discussione il suo ruolo e la sua professione. Un giorno riceve una strana telefonata. Una voce riemerge dal passato: Béatrice, la stravagante e frivola amante del suo compianto padre, ha notizie importanti e urgenti da darle e vuole rivederla, trent’anni dopo essere scomparsa nel nulla all’improvviso. Agli antipodi in tutti i sensi, la super-coscienziosa Claire – che rasenta l’inibizione – e lo spirito libero, amante della vita Béatrice, impareranno ad accettarsi l’un l’altra e, rivelandosi reciprocamente antichi segreti, inizieranno a recuperare gli anni perduti.

 

WONDER WOMAN: Azione, Avventura, Fantasy- Diretto da Patty Jenkins con Gal Gadot, Robin Wright, Chris Pine.

Consigliato: Sì

Per gli amanti di Wonder Woman il primo film destinato al grande schermo e anche uno dei cinecomic recenti più riusciti e calibrati: l’interpretazione carismatica della bellissima Gal Godot, la regia sicura di Patty Jenkins, sceneggiature spettacolari e lettura metaforica. Principessa delle amazzoni, fin da bambina la futura Wonder Woman è stata protetta dalle attenzioni di sua madre, la regina Hippolyta e del suo popolo. Se da piccola era stata addestrata come amazzone da adulta dovrà affrontare un conflitto inaspettato in un mondo sconosciuto: aiutare Steve Trevor (Chris Pine) nella risoluzione di un conflitto mondiale. Per la prima volta Wonder Woman uscirà dal suo habitat e combatterà in un’incanta e sconosciuta Londra degli anni Quaranta, sotto le false spoglie di Diane Prince. Se fin qui ci sono tutti gli ingredienti giusti per consigliare la visione del film, l’ultimo elemento degno di nota è la realizzazione di alcune scene in Italia: per rappresentare la paradisiaca isola di Themyscira è stata scelta la costiera amalfitana, con l’aggiunta di faraglioni in post produzione. Che dire, lasciamoci affascinare dal mito e dalla maestria di Patty Jenkins.

 

UNA VITA, UNE VIE: Drammatico – Regia Stéphane Brizé con Judith Chlema, Jean Pierre Daroussin, Swann Arlaud

Consigliato: Nì

“Una Vita, Une vie”, tratto dal primo romanzo di Guy De Maupassant e diretto da Stéphane Brizé racconta l’esistenza di Jeanne, una giovane donna che nella Normandia del 1819 esce dal convento in cui ha studiato e abbandona i suoi sogni da bambina e la sua innocenza per sposare un visconte locale, Julien de Lamare. Mentre Julien si rivela il più infedele dei mariti, Jeanne affida ogni suo sentimento al figlio Paul, che crescendo si rivelerà più interessato al denaro che agli affetti. Consigliato per chi ama i drammi lenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori