Omicidio Daphne Galizia, arrestato il presunto mandante

L’imprenditore Yorgen Fenech è stato bloccato in acque maltesi mentre cercava di scappare. La giornalista stava indagando su un suo di di segreto 17 Black.

L’imprenditore, considerato il mandate dell’omicidio di Daphne Caruana, avvenuto il 16 ottobre di due anni fa, stava cercando di lasciare le acque territoriale a bordo del suo yacht extra lusso. Le forze armate della Valletta, però, lo hanno arrestato prima che riuscisse a lasciare il paese alle 5.30 di stamattina. Oltre ad essere il “creatore” della movida maltese, Fenech è soprattutto  il titolare del fondo segreto 17 Black, con sede a Dubai, denunciato dalla Caruana prima di morire: secondo la giornalista la società altro non era che lo strumento su cui transitava il pagamento di tangenti a due membri del governo laburista maltese, ovvero l’attuale capo di gabinetto del premier Muscat Keith Schembri e il ministro Konrad Mizzi. A confermare l’arresto è stato Matthew Caruana Galizia, il figlio della giornalista uccisa, che su Twitter ha scritto: “Fenech era sulla barca e cercava di scappare da Malta. Questo è l’uomo il cui ruolo era quello di fare i pagamenti della corruzione al capo di gabinetto di Muscat. E che è tuttora il suo capo di gabinetto”.  

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori