Omicidio Sacchi, Anastasiya aveva una relazione con il pusher Princi

«Un rapporto che andava oltre la mera complicità criminale», secondo le ipotesi investigative. Il più classico dei cliché, lei, lui e l’ex amico di scuola di Luca. Ipotesi avallata dalle intercettazioni, gli sms a tutte le ore del giorno e della notte e le frasi dolci durante le conversazioni.

Insieme da quattro anni, sembravano vivere l’uno per l’altra. Nell’ultimo anno però le cose erano cambiate, Anastasiya aveva iniziato a frequentare gente poco raccomandabile che l’ha attratta nel mondo della droga.Quel fatidico giorno infatti, Anastasiya aveva nel suo zaino 70 mila euro da dare ad un pusher.

Ad esprimere dubbi sulla relazione tra Anastasiya e Princi erano stati già i genitori di Luca. Alfonso Sacchi e la moglie hanno passato del tempo con i tre ragazzi, durante le vacanze estive in montagna. L’ex compagno del liceo di Luca, tra le persone finite in carcere, aveva pernottato in una località vicina alla loro. “I sospetti nascono da un sentore che ha avuto mia moglie, lei lo confidò a Luca ma lui si fidava ciecamente di Anastasia ed è finita lì”, ha spiegato l’uomo.Princi ora si trova in carcere, insieme a Marcello De Propris, il presunto grossista accusato ora anche di concorso in omicidio per aver fornito l’arma del delitto a Valerio del Grosso e Paolo Pirino.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori