“Onelessgun” la campagna contro le stragi negli USA (Video)

Il video di Scott  Dani Pappalardo che spezza a metà un fucile, come quello che ha provocato 17 morti in Florida, è diventato virale in poche ore. Ed ora tanti come lui postano con l’hashtag #Onelessgun. 

“Ho preso una decisione, voglio essere certo che la mia arma non sarà mai in grado di uccidere una vita”. Il suo pentimento sta facendo il giro del mondo. Da appassionato sostenitore del secondo emendamento a “distruttore” di armi sul web. Dopo di lui, molti altri hanno condiviso video e foto in cui compiono lo stesso gesto e distruggono fucili e pistole. Il dibattito è più acceso che mai negli Stati Uniti.Intanto Emma Gonzales, studentessa sopravvissuta alla strage di Parkland, è diventata un’icona della lotta anti-armi dopo aver condannato con forza i legami fra il presidente Donald Trump e la potente lobby dei produttori di armi.  Il presidente degli Stati Uniti, dal canto suo, si è detto aperto a migliorare il sistema nazionale di controlli su chi intende acquistare un’arma. Solo un anno fa però una decisione di Trump aveva allentato i controlli, che aveva messo in atto Obama, sul controllo delle armi.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori