OperaCamion in sosta al Teatro Nazionale

Dopo aver girovagato per le piazze di Roma e del Lazio nel corso delle ultime due estati, e dopo la tappa a Via Petroselli in occasione della Festa di Roma il primo gennaio 2018, il tir di OperaCamionsi concede una sosta.

Il camion si fermerà sul palcoscenico del Teatro Nazionale da domenica 25 febbraio (ore 18) per Il barbiere di Siviglia (repliche 2 e 3 marzo), adattamento dell’opera di Rossini creato per la prima edizione nel 2016, e vi rimarrà fino a maggio, quando andrà in scena invece Don Giovanni di Mozart (5, 6, 11 e 12 maggio), l’ultimo successo dell’estate 2017.

Il Teatro dell’Opera ha pensato a questa insolita deviazione per portare l’innovativo progetto dell’OperaCamion all’attenzione di un nuovo pubblico, di famiglie e di giovani che non hanno potuto assistere agli spettacoli nelle piazze gremite dei quartieri di Roma e di alcune città del Lazio. Il barbiere di Siviglia e Don Giovanni sono vere e proprie opere. Vengono riproposte, esattamente come pensate per gli spettacoli itineranti dall’ideatore e regista Fabio Cherstich, nella loro forma di OperaCamion: ridotte ad hoc nella durata, ma complete di scene, video e costumi firmati da Gianluigi Toccafondo, con la Youth Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma che esegue le musiche dal vivo e con una compagnia di cantanti composta da giovani talenti tra cui alcuni partecipanti al progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma.

Dopo questa pausa il “carro di Tespi 2.0” sarà pronto per una nuova avventura estiva, riprenderà il suo viaggio per le strade e le piazze per raggiungere gratuitamente un grandissimo numero di spettatori.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori