In manette il patron del Foggia Calcio con l’accusa di riciclaggio

Fedele Sannella, patron del Foggia Calcio è stato arrestato. L’accusa è di riciclaggio, la stessa che aveva portato all’arresto del vicepresidente Ruggiero Massimo Curci lo scorso dicembre.

Il patron del Foggia Calcio Fedele Sannella è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Milano nella quale era coinvolto anche Curci. La Dda ha chiesto inoltre la nomina di un commissario giudiziale per un anno nei confronti del Foggia. Numerose perquisizioni sono state eseguite a Foggia e provincia presso gli uffici e le abitazioni di Fedele Sannella e del fratello, e presso la sede del Foggia Calcio. Secondo l’accusa, Sannella avrebbe ricevuto e riciclato personalmente circa euro 378.750,00 in denaro contante, reimpiegandoli nel Foggia Calcio Srl sia attraverso la corresponsione di somme di denaro in nero ad atleti, allenatori, procuratori, sia mediante pagamenti funzionali alla gestione della società calcistica, così ostacolando l’identificazione della provenienza illecita del denaro.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori