Perchè andare dall’osteopata per l’infertilità

L’infertilità è un problema che affligge moltissime coppie. Nessuno o quasi penserebbe di andare dall’osteopata per aumentare la possibilità di avere un bambino. In questo articolo ti spiego il perché potresti provare.

Chi segue la mia rubrica sa ormai bene che cos’è l’osteopatia. Una medicina “alternativa” ormai inserita fra le professioni sanitarie che utilizza la terapia manuale per migliorare la qualità di vita delle persone.

Nell’ambito dell’infertilità è possibile migliorare tantissimi aspetti del corpo per aumentare la probabilità di avere un bambino. L’inferilità può riguardare la donna, l’uomo o entrambi i coniugi, in questo articolo per comodità di esposizione parlerò solo della donna. In realtà i concetti sono applicabili ad entrambi i sessi.

Cosa può fare quindi l’osteopata per questo problema?

Prima di tutto può migliorare la mobilità delle strutture ossee del bacino. Il bacino è la casa dell’utero, delle tube e delle ovaie. E’ importante, affinché gli inquilini vivano una vita serena, che la casa sia strutturalmente a posto.

Manipolare l’osso sacro, riquilibrare le tensioni muscolari del bacino, liberare l’osso del pube darà maggiore armonia all’ambiente dove si trovano gli organi riproduttori.

Attraverso la manipolazione viscerale l’osteopata è in grado di rendere più elastiche le fasce che avvolgono gli organi. Questo migliorare la loro mobilità, la loro vascolarizzazione e quindi l’apporto di nutrienti e l’eliminazione delle tossine. Rendere più elastici i legamenti larghi dell’utero ad esempio avrà un effetto positivo sull’arteria uterina.

Attraverso la stimolazione di alcuni centri nervosi l’osteopata può inoltre migliorare la motilità delle tube e della mucosa uterina.

L’osteopatia è sicuramente una terapia poco invasiva che può essere a supporto delle coppie che vogliono avere un bambino. Potenziando lo stato di salute della persona, insieme alle terapie mediche, è sicuramente possibile aumentare le probabilità del concepimento.

Dott.Carlo Conte


Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori