Picchia bimba, arrestato maestro di sostegno

Schiaffi e punizioni anche agli altri bambini per evitare che riferissero della sua condotta in classe.

Picchiava “quotidianamente” la bambina disabile di nove anni che le era stata affidata e prendeva a schiaffi gli altri alunni, ‘colpevoli’ di aver scoperto la foto pornografiche che teneva sul suo pc. Per questi motivi è stato arrestato lunedì mattina un insegnante di sostegno di una scuola elementare di Potenza, accusato del reato aggravato e continuato di maltrattamenti.

I Carabinieri hanno cominciato a fare luce sul caso dopo la denuncia presentata dalla famiglia della bambina disabile. Piangeva a dirotto ogni volta che doveva andare a scuola. Ascoltata, come i suoi compagni di classe alla presenza di un’esperta in psicologia infantile, ha raccontato tutto: i capelli tirati, gli schiaffi, i pizzichi e gli insulti. Ma se la prendeva anche con gli altri alunni quando sostituiva le maestre di ruolo.  E così, quando un’altra insegnante ha proposto loro di scrivere un tema, hanno messo in chiaro le «cose». I loro quaderni sono poi stati sequestrati nell’ambito delle indagini. Giudizi «assolutamente negativi» li hanno definiti gli investigatori che, intanto, vanno avanti con gli accertamenti sul computer dell’insegnante. Non è da escludere che quando saranno conclusi aumenteranno i reati (e la gravità) a lui contestati.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori