Pisa contesta Salvini: scontri e cariche durante un corteo

Proteste dei Centri Sociali a Pisa a un comizio di Salvini. la polizia carica e i manifestanti si fanno scudo con dei cassonetti. Sei manifestanti sarebbero stati portati in questura. Il corteo, al momento, si è sciolto e Salvini commenta ” Non voglio spendere nemmeno una parola”.

Un corteo ha provato a entrare in contatto con i militanti leghisti passando da via Mazzini, una strada laterale all’asse pedonale del centro storico di Pisa e qui sono scoppiati altri disordini con la polizia che ha sbarrato la strada. Ci sarebbero dei feriti e dei contusi e sei giovani sono stati presi in consegna dalle forze dell’ordine. I manifestanti hanno anche usato alcuni cassonetti della raccolta rifiuti porta a porta per farsi scudo dalla reazione degli agenti.

“Non voglio neanche dedicare un secondo per commentare l’atteggiamento di questi violenti che vogliono riportarci al passato, preferisco parlare dell’Italia che vorrei e del fatto che quando ci sarà il governo Salvini poliziotti e carabinieri, oggi mal pagati e mal equipaggiati, non dovranno occuparsi di questi figli di papà ma di garantire la sicurezza di imprenditori, commercianti e semplici cittadini che sono in balia di illegalità e delinquenza”, ha detto il leader della Lega, al termine del comizio tenuto per circa mezz’ora in una piazza del centro storico di Pisa mentre a poche decine di metri i manifestanti  lo contestava cercando di accedere alla piazza dove si svolgeva l’iniziativa. Un imponente servizio d’ordine di polizia e carabinieri ha impedito che i manifestanti raggiungessero il luogo del comizio.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori