Ramid, ministro marocchino: “Gli omosessuali sono spazzatura”

Il 19 ottobre scorso Marrakech ha aperto al pubblico il suo più bel museo per celebrare il genio di Yves Saint Laurent, stilista e omosessuale dichiarato.

Tuttavia, qualche giorno fa, Mustapha Ramid – ministro marocchino ai Diritti Umani – ha definito “L‘omosessualità è un crimine e inoltre non è accettabile dalla nostra società, gli omosessuali sono spazzatura”. Sicuramente non una bella uscita per il noto ministro che fa parte del partito filo-islamista che ha la maggioranza di governo e che non è nuovo ad uscite del genere.

Secondo il ministro “Per non avere problemi nella società di oggi, gli omosessuali devono solo cambiare sesso. La società civile si dà molto da fare per abolire l’articolo 489 del codice penale che punisce gli atti sessuali tra persone del medesimo sesso con una pena che prevede fino a tre anni”.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori