Ravioli di baccalà, la pasta all’uovo è un patrimonio italiano Doc!

In ogni regione con diverse forme impasti e ripieni la pasta fatta in casa  è il  must di ogni buona cuoca e, coloro  che la gustano ne danno conferma. Le mie molteplici etnicità culinarie mi hanno portato e mi.portano  spesso a”sposare”nord e sud in saporiti matrimoni come  è  stato quello dei RAVIOLI DI BACCALÀ. Infatti ho unito la sfoglia romagnolo-emiliana con i saporiti baccalà  e ricotta della Campania  e . .. ecco un primo eccellente  di grande figura e sapore.

 

PER LA PASTA: 400 gr di farina; 100 gr  di semola; 5 uova

PER IL RIPIENO :500 gr di baccalà secco spugnato  da voi; 300 gr di ricotta romana; 1 uovo; 75 gr di parmigiano; 75 gr di romano; Pepe; Prezzemolo tritato qb; Aglio uno spicchio

 

In una ciotola prepariamo il composto aggiungendo la ricotta, l’uovo, il pepe, il parmigiano ed il romano (grattugiati finemente). In un robot da cucina mettiamo il baccalà  con lo spicchio di aglio e il prezzemolo e maciniamo tutto! Aggiungiamo quello che abbiamo ottenuto nella ciotola e amalgamate tutti gli elementi  con le mani fino ad  otterrete un impasto morbido, ma consistente. Poniamo poi sulla spianatoia la farina mischiata alla semola e le uova. A questo punto uniamo piano piano e facciamo la nostra pasta, volendo  si può usare un supporto tipo Bymbi o planetaria ecc ecc… Fate riposare l’impasto liscio e morbido in una pellicola per circa mezz’ora e poi tiriamo la sfoglia SENZA FARE BUCHI ad uno spessore MOLTO sottile. Tagliamo la sfoglia con una rondella dentata in rettangoli di c/a 10 cm, all’interno poniamo il nostro composto usando un cucchiaino da caffè; ripieghiamo la sfoglia a libro e chiudiamo ogni raviolo passando la rondella che servirà a sigillare.

Consiglio un sugo dal sapore leggero perché il raviolo è già  saporito di suo. Per cui vanno benissimo pomodori freschi gialli o rossi, aglio e basilico per un sughino semplice e non carico poi.. BUON APPETITO!

 

Ps. assaggiate il compenso e  non eccedete nell’acqua o nel sugo con altro sale: il baccalà è salato di suo… ad aggiungere si fa sempre in tempo!!!

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori