Riforma pensioni, le nuove idee del governo

Il governo Lega-M5S è pronto a mettere mano alle pensioni introducendo l’ultima ipotesi sulla Quota 100.

Se la riforma dovesse passare, solo chi ha raggiunto i 38 anni di contributi versati potrà lasciare il lavoro, mentre molti pensionati speravano infatti anche nella Quota 41, ovvero la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi a prescindere dall’età.

Inoltre, secondo quanto riferito da Il Messaggero, chi usufruisce della Quota 100 potrebbe incappare in una penalizzazione poiché il governo starebbe pensando di introdurre un divieto di cumulo tra pensione e redditi da lavoro per chi lascia a 62 anni.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori