Roma, due fermati per l’omicidio di Luca Sacchi: «Si conoscevano, incontro per droga»

Sono stati fermati nella notte i due sospettati dell’omicidio di Luca Sacchi, il 24enne ucciso a Roma con un colpo alla nuca. Si tratta di due romani di 21 anni, entrambi residenti a San Basilio. Dall’interrogatorio sarebbero emersi nuovi elementi che cambierebbero totalmente l’ipotesi che il ragazzo stesse cercando di difendere la fidanzata da uno scippo.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è luca_sacchi-1.jpg

A quanto pare i due 21enni romani conoscevano Luca Sacchi e avevano un appuntamento con lui per vendergli del “fumo”.  A quel punto però qualcosa è andato storto, e uno dei due, Valerio Del Grosso, incensurato, avrebbe aperto il fuoco uccidendo il Luca Sacchi. Sono stati proprio la madre e il fratello di questo ultimo a presentarsi la scorsa notte al commissariato di San Basilio dicendo che temevano avesse fatto «una cazzata». A quel punto sono intervenuti la squadra mobile e il nucleo investigativo dei carabinieri. L’altro ragazzo, Paolo Pirino, sempre 21enne, ha dei precedenti per droga.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori