Roma nella camera oscura, la capitale nella storia della fotografia

Il Museo di Roma a Palazzo Braschi celebra i 180 anni della nascita ufficiale della fotografia con uno straordinario excursus negli ambiti più significativi della storia fotografica della capitale.

La storia della Capitale si intreccia con quella della fotografia che compie 180 anni nella grande mostra “Roma nella camera oscura”, ospitata a Palazzo Braschi dal 27 marzo al 22 settembre.

Con circa 320 immagini provenienti dall’Archivio Fotografico del museo, l’esposizione offre un viaggio che dal 1800 giunge fino ai giorni nostri.

L’esposizione, a cura di Flavia Pesci e Simonetta Tozzi, mostra le molteplici sfumature di una Roma che cambia.

Nove le sezioni del vasto itinerario proposto da Palazzo Braschi, tutte curate nei minimi dettagli. Dalla profonda cristianità alla quotidianità dei ritratti, dalla bellezza naturalistica alle trasformazioni architettoniche dall’Ottocento ad oggi.

Le fotografie in mostra, originali eseguiti con le antiche tecniche della calotipia e della stampa all’albumina, sono opera di fotografi fra i più famosi sia italiani, come Gioachino Altobelli, Pompeo Molins, Ludovico Tuminello, Giacomo Caneva, Tommaso Cuccioni, che francesi o inglesi, come Gustavo Eugenio Chauffourier, Robert MacPherson, James Anderson.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori