Salvini spacca il centrodestra e difende i no vax: così il governo può cadere

Salvini ha preso la sua strada e questo potrebbe far pagare un conto molto salato al governo. Dopo aver spaccato il centrodestra sull’elezione del Presidente della Repubblica i suoi ministri difendono i no vax.

Salvini spacca il centrodestra: ai ferri corti con la Meloni

In verità era facilmente pronosticabile. Quando due identità politiche, molto simili ad onor del vero, si definiscono alleate ma stanno da due parti diverse della barricata è facile che vadano in contrasto tra loro. E’ accaduto al centrodestra spaccato da Salvini, o meglio alla destra che è lo schieramento più estremo del centrodestra. Perché Forza Italia, che pure ha votato Mattarella, veniva già visto come quasi un’altra cosa ma la vera alleanza, quella tra Salvini e la Meloni, sembrava di ferro.

Invece, molto al di là dei proclami, l’alleanza si è sciolta come neve al sole estivo. All’ottava votazione Salvini e Berlusconi fanno la scelta governista e la Meloni va su tutte le furie. La leader di Fratelli d’Italia si scaglia principalmente contro Salvini, che era il partner maggioritario, ma lui ha pensato soltanto a sé stesso. Dalla barca del centrodestra che per l’elezione del Presidente della Repubblica sembrava non puntare da nessuna parte Salvini è sceso di corsa.

Ora, però, ci sono soltanto macerie e la ricostruzione non è facile.

Salvini sta con i no vax: la Lega non vota al Consiglio dei Ministri

Il kingmaker autoproclamato ha davvero la passione di spaccare tutto. Il prossimo passo sembra quello di non far sopravvivere il governo Draghi, o quanto meno cercare di dividere su temi delicati. Nel consiglio dei ministri che decideva, infatti, di abbassare le restrizioni la Lega ne è uscita senza votare.

Il motivo sarebbe la discriminazione verso i bambini non vaccinati, un segnale ai no vax. Che sia già iniziata la campagna elettorale?

Segui anche le News politiche della settimana. In replica alle 15 ed alle 17 sulle frequenze di Radio Onda Music.

Share This:

Daniele Naddei

Giornalista iscritto all'ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania da maggio 2014. Caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori