Scoperto a Napoli il batterio marino che uccide il cancro

“Pseudoalteromonas haloplanktis TAC125” è il nome della molecola prodotta da un batterio marino antartico che sarebbe in grado di curare il tumore al polmone. Ora si attende il farmaco.

Scoperta fatta  Napoli, da una ricerca della Stazione Zoologica Anton Dohrn e dell’Università Federico II di Napoli.

Giovanna Romano, una delle ricercatrici che ha affrontato lo studio ha dichiarato: «Siamo arrivati a un importante risultato dopo anni di studio, ci auguriamo che i dati raccolti possano essere utilizzati per studi clinici successivi al fine dell’individuazione di un nuovo farmaco per la cura del tumore al polmone». «ll passaggio dalla biologia alla medicina è adesso indispensabile per giungere a risultati concreti» aggiunge.

«Pseudoalteromonas haloplanktis TAC125» è in grado di sopprimere selettivamente cellule tumorali A549, modello della forma molto aggressiva di tumore del polmone detta «non a piccole cellule», senza interferire con la sopravvivenza delle altre cellule. «Non ha effetti negativi sulla proliferazione di cellule sane» aggiunge la ricercatrice.

La scoperta apre la strada a nuove terapie innovative su cui però c’è ancora molto lavoro da fare.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori