Scoperto un cranio di scimmia di 13 milioni di anni fa

Il fossile, venuto alla luce in Kenya, si è conservato in maniera eccezionale: è stato attribuito a Nyanzapithecus alesi, una nuova specie di scimmia antropomorfa.

Scoperto nell’attuale Kenya settentrionale, il cranio di un cucciolo di scimmia antropomorfa: il Nyanzapithecus alesi. A pubblicare la notizia il National Geographic. Grosso modo della dimensione di un limone, il cranio sarebbe rimasto intatto nel tempo perché sepolto dalle ceneri di un’eruzione vulcanica che si verificò nelle vicinanze.

“Per anni siamo stati alla ricerca di fossili di scimmie antropomorfe, è la prima volta che ritroviamo un cranio completo”, spiega Isaiah Nengo, antropologo del De Anza College di Cupertino, autore della scoperta, in parte finanziata da una borsa di studio della National Geographic Society.

La scoperta ha fornito l’incredibile opportunità di iniziare a conoscere le prime fasi dell’evoluzione delle scimmie antropomorfe.

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori