Scuola dell’infanzia: il 74% dei fondi stanziati alle scuole del Nord

La ministra Fedeli stanzia un fondo per migliorare il sistema d’istruzione per l’infanzia ma, a discapito degli “standard uniformi su tutto il territorio nazionale” proclamati, assegna alle scuole del Centronord quasi il doppio dei fondi destinati al Mezzogiorno.

Valeria Fedeli per potenziare il sistema d’istruzione per l’infanzia ha ripartito 209 milioni di euro destinati a migliorare i servizi offerti per 3 milioni di bambini che non hanno ancora compiuto sei anni. Il riparto è fatto tra le regioni italiane, anche se i soldi saranno erogati entro il 2019 direttamente ai Comuni in base ai progetti per costruire nuovi asili, ristrutturare e mettere in sicurezza strutture esistenti nonché ridurre i costi per le famiglie. Il Centronord ha fatto la parte del leone con il 74,23% delle risorse assegnate, sebbene i bambini residenti in quell’area siano il 65,52%. Il Mezzogiorno si è dovuto accontentare del 25,77% delle risorse nonostante la quota di bambini sia del 34,48%. La Campania è il territorio più penalizzato visto che è seconda per numero di piccoli e appena settima per risorse assegnate.

Lo stanziamento è stato  approvato dagli enti locali nella Conferenza unificata del 2 novembre scorso, riunione nella quale le istituzioni dei territori meridionali – tra esse erano invitati i sindaci di Napoli, Lecce, Cagliari, Catania, Chieti e Bari.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori