Serie A, continua il testa a testa tra Napoli e Juve

Il Napoli ne fa due al Verona e resta in vetta, ma la Juve insegue e vince a Cagliari tra le polemiche. Roma sconfitta in casa dall’Atalanta. Bene il Milan, l’Inter non va oltre il pari a Firenze. Super Lazio con la Spal, buona la prima per Mazzarri.

Gli azzurri ci prendono gusto, e trascorrono Natale, Capodanno e Epifania da soli al comando.

Non risulta una partita semplice quella col Verona. Insigne le prova tutte, Allan ci mette il cuore, ma per sbloccare la gara è servita la testa, quella di Koulibaly, che passa i controlli della Var e porta il Napoli in vantaggio. Poco dopo raddoppia Callejon che mette in cassaforte il risultato.

La Juve vince in terra sarda, fa tutto Bernardeschi, che da un azione nata da una gomitata non fischiata su Pavoletti, servito da Douglas Costa, porta in vantaggio la Juve. Pochi minuti più tardi l’ex viola, già ammonito, tocca la palla con la mano in area di rigore, i Sardi infuriati chiedono il controllo della Var, ma l’arbitro Calvarese non la ritiene opportuna.

Mentre Napoli e Juve vincono e si allontanano sempre di più per la sfida scudetto, in zona Champions la situazione è diversa, l’Inter ottiene un pareggio con la Fiorentina, risultato giusto che porta le firme di due argentini: Icardi al 55’ porta i nerazzurri in vantaggio, ma il cholito Simeone salva i viola in extremis.

Molto male la Roma che cade in casa con l’Atalanta. La Dea parte a razzo e chiude il primo tempo sul 2-0 grazie alle reti di Cornelius e De Roon, quest’ultimo espulso, e l’Atalanta resta in dieci per tutto il secondo tempo. Dzeko accorcia le distanze, ma i bergamaschi difendono con le unghie e con i denti il risultato.
La Lazio invece travolge la Spal 5-2, Luis Alberto incanta, e il bomber Immobile travolge i ferraresi con un poker strepitoso. Al primo gol di Luis Alberto, risponde subito Antenucci su rigore, poi inizia lo show di Immobile che con una prima doppietta porta la Lazio sul 3-1. Anche Antenucci fa il bis e tiene in vita la Spal fino al 3-2, ma la Lazio straripa col suo bomber Ciro, che ne fa altri due e fissa il risultato sul 5-2.

Il Milan vince di misura col Crotone, la rete decisiva al 54’ è di Bonucci (primo gol in rossonero), nata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Annullata dalla Var una rete a Kessie cinque minuti più tardi. I calabresi escono a testa alta dal San Siro, ma con zero punti in tasca.
Il Torino di Mazzarri, all’esordio sulla panchina granata, fa tris al Bologna, nonostante l’assenza di Belotti ancora infortunato. De Silvestri porta in vantaggio il Toro, poi Pulgar per gli emiliani, ha l’occasione sul dischetto di pareggiare, ma si lascia parare un rigore da Sirigu. Niang e Iago Falque chiudono i conti, fissando il risultato sul 3-0.

Bene il Genoa, che al Marassi vince col Sassuolo grazie al gol di Galabinov all’80’, e si porta sempre di più verso il centro classifica. La Samp invece fa una brutta figura in casa del Benevento. I Campani, andati in svantaggio nel finale di primo tempo, ribaltano il risultato nella ripresa e ne fanno 3, inutile la rete doriana di Kownaki al 95’. Finisce 3-2 per gli stregoni.

Non vince questa volta l’Udinese di Mister Oddo, che al Bentegodi, con il Chievo fa 1-1. Clivensi in vantaggio con Radovanovic al 9’, poi si lasciano recuperare, il gol dell’Udinese nasce da una deviazione fortunosa di Tomovic.

Tutti i risultati della 20ima giornata:
* Benevento-Sampdoria 3-2
* Genoa-Sassuolo 1-0
* Milan-Crotone 1-0
* Napoli-Verona 2-0
* Spal-Lazio 2-5
* Roma-Atalanta 1-2
* Cagliari-Juventus 0-1
* Torino-Bologna 3-0
* Fiorentina-Inter 1-1
* Chievo-Udinese 1-1

Classifica
Napoli 51
Juventus 50
Inter 42
Lazio 40
Roma 39
Sampdoria 30
Atalanta 30
Udinese 28
Fiorentina 28
Torino 28
Milan 28
Bologna 24
Chievo 22
Genoa 21
Sassuolo 21
Cagliari 20
Spal 15
Crotone 15
Verona 13
Benevento 7

Lazio, Roma, Samp e Udinese con una partita in meno.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori