Serie A: emozioni all’Olimpico tra Roma e Juventus. Napoli, ancora uno show

La Juventus proprio non ne vuole sapere di vincere lo scudetto. 

Nelle ultime tre partite, infatti, gli uomini di Allegri hanno racimolato solo due punti contro Atalanta e Torino ed hanno perso contro la Roma per 3-1.

Ieri sera all’Olimpico, la Juventus, pur andando in vantaggio, non ha saputo amministrare ed ha subito il ritorno della Roma di Spalletti.

De Rossi, El Shaaraawy e Nainggolan, gli autori del tris giallorosso contro i bianconeri.

A due giornate dalla fine, quindi, scudetto non ancora assegnato ed in teoria, non solo la Roma potrebbe arrivare al titolo, ma anche il Napoli di Sarri ha ancora delle possibilità.

La Juventus, però, domenica giocherà in casa contro il Crotone e crediamo che in quell’occasione possa portare i tre punti allo Stadium  e quindi regalarsi il sesto scudetto consecutivo.

Sorprende, però, l’atteggiamento della squadra di Allegri. Dopo il gol di Lemina di ieri sera, è sembrata appagata e remissiva, atteggiamento non proprio  da Juventus. Match-point sprecato e la Roma è a -4.

La partita più bella del trentacinquesimo turno, si è giocata a Torino, dove il Napoli, ancora una volta ha dato spettacolo.

Cuore, grinta, determinazione ed eleganza: questo è il Napoli di Sarri.

Uno show durato 90 minuti con i granata amari spettatori.

Callejon (doppietta), Insigne, Mertens e Zielinski, firmano un pokerissimo di alto livello calcistico. Il Napoli è la squadra che ha subito meno sconfitte in campionato, peccato vederla solo al terzo posto in classifica.

Pareggi sprecati contro Pescara e Palermo, hanno fatto perdere 4 punti importantissimi agli azzurri che anche quest’anno secondo il nostro parere, e soprattutto anche senza Higuain, potevano puntare al titolo.

Il Napoli è l’unica squadra che da 6 anni contende lo scudetto alla Juventus ed è l’unica compagine (insieme al Milan che ha vinto quest’anno la Supercoppa italiana n.d.r.), ad aver tolto qualcosa ai bianconeri. Basta poco, davvero poco, per vedere la società di De Laurentiis sul tetto d’Italia.

Per l’anno prossimo si aspettano due acquisti importanti, ma soprattutto più cattiveria e determinazione contro squadre cosiddette materasso che, però, riescono a togliere sempre punti fondamentali ad Hamsik & compagni. Vincere uno scudetto è anche questione di fortuna, e qualche volta (vedi Palermo in casa), gli azzurri hanno trovato sul loro cammino pali e portieri in giornata di grazia. Se ne riparlerà l’anno prossimo. Per ora i tifosi azzurri sperano almeno nel secondo posto, ma ora dopo la vittoria della Roma contro la Juventus, anche questo traguardo sembra difficile da raggiungere. Gli ultimi 180 minuti ci diranno tutto.

Atalanta in Europa League: dopo la Lazio, ad approdare in Europa League è l’Atalanta di Gasperini. Già a gennaio, avevamo scritto che gli orobici erano nettamente squadra più attrezzata delle milanesi e per accedere alla competizione europea erano secondo noi favoriti proprio su Inter e Milan. Ci abbiamo visto giusto, perchè Gasperini, ha plasmato bene la sua compagine con uomini di spessore (Gomez su tutti) e giovani che faranno le fortune di squadre più blasonate. Conti e Caldara ad esempio, presto li vedremo anche in nazionale e sono giovani di assoluto spessore.

Milan ed Inter stagione da dimenticare: altra sconfitta per l’Inter che ormai è allo sbando totale. Il Sassuolo vince a San Siro per 1-2 ed i tifosi nerazzurri abbandono nel primo tempo la curva. Serve una svolta ed una riorganizzazione totale per il club interista, altrimenti saranno dolori anche per i prossimi anni per Icardi & compagni.

Il Milan non sta meglio, ma almeno lotta e probabilmente disputerà i preliminari di Europa League. Domenica può avere questa certezza.

Chi andrà in serie B ? Ricordate quando abbiamo scritto che il Crotone poteva ancora sperare nella salvezza ? Anche in quel caso non ci sbagliavamo perchè nelle ultime sette partite i calabresi hanno vinto 5 match ed ora davvero possono salvarsi. Empoli e Genoa avevano tanti punti di vantaggio proprio sulla squadra di Nicola, ma hanno perso troppo terreno ed ora rischiano entrambe. Il grifone perde col già retrocesso Palermo, l’Empoli subisce tre reti a Cagliari e non riesce a pareggiare. Genoa 33, Empoli 32, Crotone 31, chi andrà in serie B ?

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori