Come ogni mese torna l’appuntamento con le serie tv da non perdere. Tante le novità da tenere sott’occhio. Attesissimo Love, Death & Robots, 8 storie destinate a rimanere impresse nello spettatore. Da oggi su Rai Uno torna il grande classico di Eco, “Il nome della rosa”.  Ma vediamo insieme la lista completa.

The Widow

1 marzo

Il dramma segue Georgia Wells, una donna che ha tagliato ogni legame con la sua vita precedente ed è cambiata profondamente. Dopo aver visto il suo “defunto” marito al telegiornale, la donna deve affrontare il mondo e non si fermerà di fronte a nulla pur di ottenere la verità riguardante il suo passato. Gli eventi la porteranno persino in Congo, dove il pericolo e molti segreti la aspettano a ogni svolta.

Il nome della rosa

4 marzo

Adattamento televisivo del celeberrimo romanzo di Umberto Eco, già trasportato sul grande schermo nel 1986, racconta la storia del ritrovamento di un manoscritto firmato da un monaco, Adso da Melk, e dei giorni straordinari che trascorse in un’abbazia italiana insieme al suo maestro, un monaco francescano di nome Guglielmo. Giunti all’abbazia per questioni politiche interne della chiesa, Guglielmo e Adso si ritrovano a indagare su una serie di efferati delitti collegati all’apparente suicidio di un giovane monaco e a un libro misterioso…

After life

8 marzo

Un giornalista cerca in tutti i modi di superare la morte della moglie, ma lo fa chiudendosi in se stesso e diventando un burbero scontroso per tenere lontano tutte le persone che vorrebbero aiutarlo. Serie creata, scritta, diretta ed interpretata di Ricky Gervais.

Love, Death & Robots

15 marzo

La serie antologica è composta da brevi storie animate, che spaziano tra generi diversi: fantascienza, fantasy, horror e comedy. Un approccio narrativo audace e fuori dagli schemi contraddistingue ciascuna storia, ogni episodio è concepito per essere facile da guardare, ma molto difficile da dimenticare.

Turn UP Charlie

15 marzo

Idris Elba interpreta un DJ oramai fallito che cerca di rilanciare la propria carriera, mentre lavora come tato per la scalmanata figlia undicenne di un suo amico, che al contrario suo è una superstar.

Osmosis

29 marzo

In una Parigi futura e dispotica è possibile trovare la propria anima gemella attraverso una app, il prezzo da pagare è però inimmaginabile.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori