Settembre, una panoramica nazionale sulle mostre principali

Abbiamo selezionato alcune delle mostre principali che è possibile vedere in Italia questo mese.

Firenze. Palazzo Strozzi, la grande retrospettiva su Marina Abramović

Firenze apre le porte di Palazzo Strozzi per ospitare una retrospettiva sull’attività artistica di Marina Abramovic. Si definisce la “Grandmother of performance art” ed ha raggiunto la fama con opere di grande impatto come “The Artist is present”, la performance che durò 3 mesi per 7 ore al giorno e che la vedeva seduta al centro del MOMA di New York in attesa di un confronto con volontari del pubblico.

21/09/2018 – 20/01/2019

Palazzo Strozzi

Roma. Le opere di Alessandra Giovannoni 

Roma ospita l’esposizione di Alessandra Giovannoni incentrata sul concetto della luce. Viene esaminata all’interno di opere dedicate alla città concentrandosi sulle atmosfere che crea. Una pittura matura ma in costante rinnovamento, che parte dalle basi tecniche per liberarsi nell’estro creativo ed immaginativo. In particolare un nucleo di tele rappresenta l’aspetto più intimo dell’artista, raccontando diversi scorci di Roma in cui la figura umana si smaterializza, scompare e diventa luce e forma.

13/09/2018 – 10/09/2019

Auditorium Parco della Musica

Napoli. Pompei@Madre. Materia Archeologica

I rinvenimenti degli scavi di Pompei sono ancora esposti a Napoli, precisamente al Museo Madre, fino al 24 di settembre. La mostra, curata da Massimo Osanna e da Andrea Viliani, nasce dall’inedita collaborazione istituzionale fra il Pompeii – Parco Archeologico e il museo regionale d’arte contemporanea. Si vuole suggerire un legame tra i reperti archeologici e l’arte contemporanea. Il confronto tra le metodologie di ricerca, il necessario costante aggiornamento da parte dell’archeologia per poter recuperare il passato utilizzando gli strumenti del mondo contemporaneo, il continuo processo di interpretazione dei reperti, legano questi due mondi indissolubilmente.

18/11/2017 – 24/09/2018

Museo Madre

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori