Sparatoria a Trieste davanti alla questura: morti due poliziotti

Due poliziotti sono morti in una sparatoria avvenuta in questura a Trieste poco prima delle 17. Un terzo collega è rimasto ferito di striscio a una mano.

Il killer e suo fratello, sospettati di una rapina avvenuta qualche ora prima, sono entrambi stati fermati dopo aver tentato la fuga. Uno dei due è ferito. I poliziotti uccisi sono l’agente scelto Pierluigi Rotta, 34 anni di Napoli, e l’agente Matteo Demenego, 31enne di Velletri. I due fermati sono i dominicani, regolarmente residenti in Italia, Alejandro Augusto Stephan Meran, di 29 anni, affetto da disagio psichico, e Carlysle Stephan Meran, di 32. A sparare sarebbe stato il più giovane, come riferisce la questura.

I due fratelli erano stati accompagnati da personale delle volanti dopo “un’attività di ricerca del responsabile della rapina di uno scooter avvenuta nelle prime ore del mattino”. A un certo punto, “uno dei due ha distolto l’attenzione degli agenti ed ha esploso a bruciapelo più colpi verso di loro”. Entrambi “hanno tentato di fuggire, ma sono stati fermati”. La zona tra via del Teatro Romano e via di Tor Bandena, dove si trova la questura, è stata a lungo isolata con un cordone di sicurezza.


Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori