Stasera in tv, le prime serate dell’11 novembre 2019

Anche stasera Cultura A Colori vi tiene compagnia con la guida alle migliori prime serate televisive.

Rai 1 – 21:25 – Il Commissario Montalbano – Il sorriso di Angelica – Nel corso della notte sono stati svaligiati la casa al mare e il lussuoso appartamento di Carlo e Caterina Peritore. I ladri sapevano che la coppia si trovava in villeggiatura per il fine settimana. Li hanno addormentati con un gas, hanno svaligiato il villino e infine sono andati a saccheggiare la loro abitazione. Il tutto è stato compiuto con particolare sapienza e destrezza; i ladri, infatti, non hanno lasciato neppure un’impronta. Montalbano intuisce subito che i ladri devono essere persone che conoscono bene i Peritore e in breve riesce a collegare quest’ultimo furto ad un altro commesso qualche giorno prima ai danni dell’avvocato Lojacono e della dottoressa Vaccaro e che è avvenuto con la stessa identica modalità di quello subito dai Peritore. Di seguito emerge inoltre che, non solo i Peritore conoscono bene le altre due vittime di furti – Lojacono e Vaccaro -, ma che tutti appartengono a una ristretta cerchia di amici, una sorta di clan composto da gente assai ricca e in vista.

Rai 2 – 21:20 – Stasera tutto è possibile – Torna lo show più pazzo e divertente della tv. La quinta edizione di Stasera tutto è possibile in prima serata su Rai Due, con un nuovo conduttore: Stefano De Martino. Sarà lui il padrone di casa del comedy show che ha fatto del divertimento e dell’allegria i suoi punti di forza, riuscendo a conquistare il pubblico.

Rai 3 – 21:20 – Report – Le inchieste di questa sera. Una nuova inchiesta su affari e illegalità che ruotano attorno al tifo del calcio. A Roma il re della Curva Nord Fabrizio “Diabolik” Piscitelli cade in un agguato da Romanzo Criminale: un filo porta al narcotraffico e a Massimo Carminati. A Milano, invece, la tifoseria dell’Inter è spaccata da una faida interna. A scatanerla ci sarebbero anche questioni connesse al bagarinaggio, alle quali non sarebbero stati estranei, nel corso degli anni, alcuni settori della società. Report tornerà anche sulla vicenda che riguarda i gruppi ultrà della Juventus, i cui storici capi sono stati tutti arrestati lo scorso 16 settembre, indagati a vario titolo per associazione a delinquere, estorsione aggravata, riciclaggio e violenza privata: secondo la Procura di Torino sarebbero artefici di una strategia estorsiva nei confronti della società, che avrebbe avuto la prontezza e il coraggio di denunciare. Eppure le date su alcuni documenti potrebbero raccontare una storia diversa. APP-ARENZE Guardarsi allo specchio è diventato complicato: potremmo non riconoscerci. Il nostro specchio, infatti, si è trasformato nello schermo di un telefonino e la “perfezione” è a portata di tocco. Cosa succede se costruiamo un’immagine social migliore della nostra immagine reale? Tutto passa attraverso un selfie: un semplice scatto per noi, oro che cola per le società che gestiscono le app di fotoritocco. Perché queste app chiedono di raccogliere i dati del nostro GPS, avere accesso alle nostre rubriche, gestire le nostre chiamate e poter modificare la priorità assegnata alle altre applicazioni installate sul telefono? Regaliamo quotidianamente l’accesso a questi dati e al nostro volto. Come vengono conservate queste informazioni? E perché? EASY RIDERS I rider sono i fattorini che ci portano il cibo, e non solo, a casa. In Italia ormai circa 30 mila e continuano ad aumentare, non sono solo giovani studenti che integrano il bilancio familiare negli anni dell’università, ma anche cinquanta-sessantenni che hanno perso impieghi precedenti. Ci stiamo abituando a vederli nelle nostre città: pedalano velocissimi, anche di notte, spesso in contromano. Corrono perché sono pagati a consegna, ossia a cottimo: più portano ordini, più guadagnano. Più danno disponibilità più acquisiscono dall’azienda un punteggio, che consente loro di prenotare più facilmente ore e turni di lavoro. È la nuova frontiera del lavoro nella gig economy, l’era delle piattaforme digitali, in cui mentre la crisi economica rende irreversibile la precarietà, tutto deve essere invisibile, compreso lo sfruttamento dei lavoratori. Invisibili cercano di restare anche i manager delle società di delivery: da Just Eat a Deliveroo, a Glovo. Molte fanno capo a multinazionali i cui bilanci in perdita spesso nascondono ricavi enormi. Impossibile parlare con loro, nemmeno tramite l’app.

Rete 4 – 21:25 – QUARTA REPUBBLICA – Il nuovo programma condotto da Nicola Porro affronta temi d’attualita’, di politica e di economia in compagnia dei suoi ospiti.

Canale 5 – 21:20 – LIVE NON E’ LA D’URSO – l nuovo prime time di Barbara d’Urso, targato Videonews. Un programma nuovo, dinamico, dove la padrona di casa accoglierà grandi ospiti che si racconteranno in studio, coinvolgendo il pubblico a casa con un meccanismo inedito. Per la prima volta, infatti, si potrà esprimere il proprio giudizio sulle storie raccontate, attraverso più canali: il sito, i social e l’app del programma.

Italia 1 – 21:20 – LA MALEDIZIONE DELLA PRIMA LUNA – 1 PARTE – XVII secolo. Il pirata Barbossa assalta e saccheggia la citta’ di Port Royal e rapisce la bella Elizabeth, figlia del governatore. In suo aiuto accorre Will Turner, amico d’infanzia della ragazza, che per salvarla si allea al pirata vagabondo Jack Sparrow a cui Barbossa ha rubato la nave, la Perla Nera. A bordo della nave piu’ veloce della flotta britannica, la HMS Interceptor, i due si mettono sulle tracce del temibile pirata scoprendo che lui e il suo equipaggio sono vittime di una maledizione. Sono condannati a vivere come non-morti e si trasformano in scheletri nelle notti di luna piena…

Rai Movie – 21:10 – Gli ultimi giganti – 1897, Stati Uniti del Sud. Lo sceriffo Sam cattura il fuorilegge Zach e si mette in pensione. Ma il prigioniero evade per vendicare la morte della sua donna. Dal romanzo “Gun Down” di Brian Garfield.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori