Pausilipon, Ceci regala un sorriso ai bimbi: “Maradona non può essere paragonato, è un predestinato”

“Molte volte le persone cercano di avere visibilità attraverso queste manifestazioni,  per me è semplicemente un gesto d’amore  per i bambini meno fortunati. Voglio regalare loro un momento di felicità attraverso la lettura di qualche aneddoto curioso.” È così che si apre il discorso di Stefano Ceci amico e assistente personale di Diego Armando Maradona ai bimbi ricoverati presso l’A.O Pausilipon. Manifestazione che ha visto coinvolti gli ex calciatori del Napoli Gianni Francini, Nando De Napoli, il fratello di Diego, Hugo con la compagna Paola, l’assessore allo sport Ciro Borriello e Gennaro Battisegola che nella stessa mattinata ha donato dei gadget del Napoli a tutti i bimbi del reparto. “Non ho bisogno di pubblicità  ne  di guadagno  come fanno in molti.” Ha continuato Ceci autore del libro ‘Maradona il sogno di un bambino ‘ edito Rai Eri che ha regalato firmandone personalmente le copie . “I veri campioni sono i medici, che ogni giorno salvano la vita a molte persone, da parte mia va un grande  ringraziamento”. Ha spiegato l’autore rivolgendosi a tutti i medici e collaboratori presenti. Passando al Napoli,  invece, Stefano Ceci ha dichiarato  che il Napoli ha bisogno di Pavoletti, dopo l’infortunio di Milik,  per lui occorre un goleador, felice di questo innesto e acquisto. Per la difesa si esprime affermando che è la migliore in assoluto ma gli alti e bassi possono accadere. Per la squadra ci sono più meriti che colpe sottolinea. “Mertens è stato paragonato a Maradona così come Insigne e tanti altri calciatori ma per arrivare a Diego ce ne vuole perché Diego è un predestinato, non illudiamo Mertens che deve giocare solo bene per il Napoli e per se stesso”. Ha concluso Ceci.  

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori