Teatro Lendi, Valentina Stella in “Nannì”

La stagione del Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (Strada Provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino), prosegue con “Nannì”, il concerto musical di Valentina Stella.

In programma da mercoledì 31 gennaio, alle 21 (repliche 1 e 2 febbraio), lo spettacolo prende il nome dal brano omonimo dedicato ad Anna, madre dell’artista, e propone al pubblico un racconto musicale della melodia napoletana classica e moderna, che spazia da Salvatore Di Giacomo, Libero Bovio, Bruno Lanza, Pino Daniele, Mario Merola, Giulietta Sacco a brani inediti di giovani autori come Giovanni Block, Alessio Arena e Gianpaolo Ferrigno.

Una voce autentica, di chi è nato dalle viscere di una Napoli sofferente ma viva, pronta al sorriso e all’amore, che racconta la storia di una ragazza che ha iniziato a cantare facendo la posteggia, diventando poi quella che è oggi, calcando le orme del padre Ernesto. Ma tutto diventa possibile anche grazie a mamma Nannina, da qui il brano Nannì che dà il titolo al concerto.

“Non potrei fare altra cosa che cantare, é la mia “Passione Eterna”, é la mia vita, la vita di una donna che conosce la sua terra, la sua gente, le sue speranze, i suoi amori felici o disperati. Canto per loro, perché “sta gente é robba mia e va ‘ncielo pure senza Dio pecché pensa ca rimane cagnarrà”. (Valentina Stella).

La regia di “Nannì” è curata da Immacolata Iorio. Con Valentina Stella sul palco del Teatro Lendi, Gianpaolo Ferrigno (arrangiamenti e chitarre), Antonio Ottaviano (pianoforte e tastiere), Arcangelo Michele Caso (violoncello), Gaetano Correra (batteria e percussioni), Roberto De Rosa (basso elettrico), Antonio Sacco (tromba e flicorno).

La stagione

A febbraio arrivano Angela Finocchiaro e Laura Curino con “Calendar Girls” (7, 8 e 9 febbraio). Il 28 febbraio (con repliche 1 e 2 marzo) al Teatro Lendi arriva l’operetta con Umberto Scida in “La vedova allegra”. A marzo, Lucio Pierri, Ernesto lama, Davide Marotta e Yulia Mayarchuk portano in scena “TFR. Trattamento di fine rapporto” (13, 14 e 15 marzo); Raoul Bova e Chiara Francini saranno i protagonisti di “Due” (26, 27 e 28 marzo). Ultimo spettacolo in abbonamento ad aprile: “Mamma ieri mi sposo” con Gino Rivieccio, Sandra Milo, Fanny Cadeo, Marina Suma, Ettore Massa, prodotto da Lu.scar (11, 12 e 13 aprile).

 

Comunicato stampa

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori