Kiev, approvata la legge marziale. L’ Ue invita alla “massima moderazione”

È stato il sequestro di tre navi ucraine da parte della Russia a causare la legge marziale. Solo l’ultimo episodio di una lunga serie iniziata nel 2013, quando il governo di Mosca annesse la Crimea. Da allora piu di diecimila morti causati dagli scontri tra i due paesi.

La decisione di Kiev

Il Parlamen di Kiev ha approvato l’introduzione della legge marziale nelle regioni di confine, nelle stesse ore in cui la tv di Stato russa mostrava le immagini dei soldati ucraini catturati quando Mosca ha sequestrato tre navi del Paese nello stretto di Kerch. Dopo un intenso dibattito, 276 deputati hanno votato a favore della richiesta presentata dal presidente Petro Poroshenko per l’imposizione della legge marziale per 30 giorni.

L’Ue valuta nuove sanzioni verso la Russia

L’ Unione Europea invita tutte le parti alla “massima moderazione per un allentamento” della tensione dopo quanto avvenuto nel mar d’Azov. Lo afferma un portavoce della Commissione europea esprimendo grande preoccupazione per la situazione. Secondo quanto spiegato, prosegue il lavoro in seno alla Ue per valutare l’eventualità di nuove sanzioni con l’aggiunta di persone o entità alla lista nera che vieta i viaggi e prevede il congelamento dei beni per le pressioni della Russia sull’Ucraina.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori