Restano una ventina le persone che mancano ancora all’appello. Un grave bilancio quello del terremoto di magnitudo 6.2 che ha devastato ieri l’Albania.

È salito a 28 il numero dei morti accertati del terremoto che ha colpito ieri la città portuale albanese di Durazzo. Tra loro tre bambini fra i 4 e gli 8 anni e nove donne. I feriti sono oltre 650, 32 dei quali in condizioni gravi e uno in stato critico. Finora sono 46 le persone estratte vive dalle macerie. L’ultimo bollettino, mentre continua il lavoro dei soccorritori, è stato fornito dal ministero della Difesa. Dodici persone sono morte a Durazzo, mentre altre 16 sono decedute nella cittadina di Thumana, 40 chilometri a nord. Tende per gli sfollati sono state allestite nei campi da calcio a Thumana. Il premier Edi Rama è arrivato in queste zone disastrate a portare il proprio sostegno. Passa di tenda in tenda per parlare con gli sfollati, soprattutto anziani e bambini. La stessa scena si ripete a Durazzo dove vengono distribuiti agli sfollati generi di prima necessità.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori