Toninelli: “Venerdì in aula per Genova, ricostruzione affidata a Fincantieri”

Venerdì prossimo arriverà al consiglio dei Ministri il “Decretone” per Genova.  Toninelli annuncia un possibile affidamento diretto a Fincantieri per la ricostruzione del viadotto. Previsto “un aiuto alle famiglie in tema di mutui e un aiuto alle imprese con agevolazioni fiscali”.

Durante l’audizione alla commissione Ambiente della Camera, Toinelli ha così dichiarato: «L’obiettivo è far ripartire una delle città più importanti del nostro paese. La ricostruzione del ponte sarà il primo obiettivo. Partiremo dalle regole attuali del Codice, e sulla base dell’eccezionalità potremo affidare direttamente a una società pubblica, pensiamo a Fincantieri, l’appalto per la ricostruzione del ponte».

Poi torna ad attaccare la società Autostrade : «Il crollo del Ponte Morandi non è dovuto a tragica casualità, ma ma ad una mancata manutenzione che spettava ad Autostrade per l’Italia». La società quindi non avrà nessun ruolo nella ricostruzione del ponte ma il ministro non ha accennato a nessuna norma per l’immediata revoca della concessione.

Sulle concessioni invece è stato più esplicito dichiarando che : «D’ora in avanti tutti i concessionari saranno vincolati a reinvestire buona parte degli utili nell’ammodernamento delle infrastrutture che hanno ricevuto in concessione, dovranno rispettare in modo più stringente gli obblighi di manutenzione a loro carico e, più in generale, dovranno comprendere che l’infrastruttura non è una rendita finanziaria, ma un bene pubblico che il Paese ». Ed ancora « Nei prossimi giorni convocherò tutti i concessionari chiedendo un programma dettagliato degli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, con specifica quantificazione delle risorse destinate a realizzare un programma di riammodernamento delle infrastrutture».

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori