La Toyota ha confermato che dal 2020 porterà sul mercato almeno 10 modelli di elettriche, sviluppate insieme ad aziende.

La Toyota, dopo aver annunciato una collaborazione con la Subaru per la realizzazione di un nuovo pianale destinato ad auto elettriche di medie e grandi dimensioni, rivela i dettagli dei suoi programmi che riguardano le auto elettriche.  Il produttore giapponese ha infatti reso note le caratteristiche tecniche della piattaforma modulare e-TNGA. La piattaforma e-TNGA della Toyota è stata progettata per garantire la massima flessibilità e può essere utilizzata per produrre auto a trazione anteriore e posteriore, con i motori, rispettivamente, sull’asse anteriore e posteriore, o a trazione integrale con due motori. Come per le altre piattaforme modulari progettate per le elettriche, le batterie saranno montate sotto il pavimento. Sulla piattaforma e-TNGA verranno ingegnerizzate sei varianti di auto elettriche, tra cui la stessa suv media che verrà realizzata in collaborazione con la Subaru, una suv compatta in compartecipazione con la Suzuki, una berlina, due multivan.

I PRIMI MODELLI – Le elettriche saranno lanciate prima sul mercato cinese, nel 2020, e poi nel mondo. La prima ad arrivare sarà la C-HR e la sua controparte cinese Izoa (realizzata in collaborazione con la FAW). Il mercato americano molto probabilmente riceverà una Lexus elettrica o una sportiva elettrica a marchio Toyota. La Toyota inoltre introdurrà sul mercato almeno tre varianti di city car ultra compatte, che verranno prodotte in collaborazione con la Daihatsu (di proprietà della Toyota) e la Suzuki. Queste vetture compatte sono state previste per il

mercato giapponese, dove, entro il 2020, verrà commercializzata una compatta a due posti denominata iRide. Sempre nello stesso anno verrà venduta la versione di serie del concept a tre ruote i-Road che si inclina come una moto, iWalk, un incrocio tra un Segway e uno scooter e una sedia a rotelle.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori