Un tuffo nella VII edizione del Social World Film Festival

Dal 27 al 30 luglio ho avuto l’onore di prendere parte alla VII edizione del Social World film festival, nella duplice veste di giurata e di inviata del giornale “Cultura a Colori”. È stata un’esperienza straordinaria poter vivere il festival non come semplice osservatrice esterna ma dall’interno, immergendomi a pieno nell’ incantata atmosfera cinematografica che ha investito Vico Equense in quella settimana. 

Il tema di questa edizione è stato: “Magia. Incanto, suggestione, meraviglia” proprio a ricordare che questo magnifico festival è partito da un sogno che poi è diventato una magica realtà.

In qualità di giurata ho avuto l’opportunità non solo di visionare alcuni lungometraggi selezionati ma anche di poter conoscere registi e attori di fama internazionale.

 

Particolarmente interessante è stato l’incontro con la fantastica Claudia Cardinale, icona intramontabile di bellezza e bravura ma anche di umiltà e simpatia che in occasione del Festival ha ricevuto il Premio alla Carriera.

Tutte le sere abbiamo avuto la possibilità di incontrare personaggi del mondo dello spettacolo dai protagonisti della serie tv Braccialetti Rossi alla la bellissima attrice Sabrina Impacciatore, senza dimenticare Cristina Donandio e Fabio De Caro direttamente dal cast di Gomorra.

Come ogni anno il Social World Film Festival stupisce, emoziona ed insegna. È una grande opportunità per ragazzi, che come me, amano il cinema, poter scambiare quatto chiacchiere con attori e registi, fare domande e ricevere consigli. Purtroppo però come per tutte le cose belle il tempo è volato, tra film, dibattiti, incontri, selfie di gruppo e magia.

Non poteva che essere magico quindi l’ultimo appuntamento con il Social World Film Festival 2017.

Tanti gli ospiti presenti alla serata di gala: Maurizio Casagrande, Lello Arena, Fabio Fulco, Vittoria Schisano, Maria Pia Calzone, Giorgio Marchesi, Salvatore Misticone,  il regista Alessandro D’Alatri (presidente di giuria), Monica Nappo, i Foja  e l’ambasciatrice del Festival nel mondo Claudia Cardinale.

Durante il gran galà sono stati svelati i vincitori del festival della Mostra Internazionale del Cinema Sociale.

La “Giuria Giovani”, composta da giovani dai 23 ai 35 anni, ha scelto come miglior lungometraggio e miglior regia “Saawan” di Farhan Alam. “Il padre d’Italia” di Fabio Mollo si aggiudica il premio come miglior attore, Luca Marinelli, e miglior attrice, Isabella Ragonese ed il Gran Premio della Giuria Critica presieduta dal regista Alessandro D’Alatri. La miglior sceneggiatura è quella di “Orecchie” scritta da Alessandro Aronadio.

La “Giuria Ragazzi”, composta da ragazzi campani dai 15 ai 23 anni, ha scelto come miglior cortometraggio “Mio amigo Naim” ex aequo “Lurna”. La Miglior Regia va a Nadia Kibout per “Le ali velate”, miglior attore Francesco Pannofino per “La partita”, miglior attrice Diaryatou Daff per “Lurna”. La miglior sceneggiatura è quella di Benoit Bargeton per “Beauty Building”. Il Gran Premio della Giuria Critica, presieduta dalla regista Cinzia Th Torrini, va a “La partita” di Francesco Carnesecchi.

La “Giuria Doc”, formata da persone diversamente abili, ha decretato come miglior documentario “La città adattabile” di Peppe Mastrocinque. La miglior regia è quella di Tony Trupia per “Ero malerba”, la miglior sceneggiatura è di Elisa Butti e Nicola Bogo per “Very nice shoes”. Il gran premio della giuria di qualità va a “Samosely – I sopravvissuti di Cernobyl” di Fabrizio Bancale.

“La Gita” di Paolo Zaffaina e Alberto Guariento vince l’importante premio di 3.000 euro “Rai Cinema Channel” che prevede l’acquisizione dei diritti del cortometraggio ritenuto più web da una giuria di Rai Cinema.

“MusicaMia” di Andrea Carotenuto vince la sezione “La città del cortometraggio”. Nella sezione “Focus” trionfano i lungometraggi “La santa” di Cosimo Alemà e “Il viaggio” di Alfredo Arciero, e il cortometraggio “La Barba” di Alfredo Mazzara.  

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori