Usa

Negli Usa i primissimi decreti presidenziali cancellano il quadriennio del Presidente degli Stati Uniti più controverso di sempre. Avallato anche l’impeachment.

Usa, Biden scava un solco ed avalla l’Impeachment

Negli Stati Uniti d’America la democrazia è la cosa più importante. Alla fine si sono trovati tutti d’accordo: Lady Gaga e Jennifer Lopez hanno appianato ogni diversità di veduta. Joe Biden è il nuovo Presidente e come primo atto allo studio ovale ha emanato 17 decreti presidenziali che, difatti, scavano un fossato tra sé e Trump in nemmeno 1 giorno di presidenza.

Usa

Non c’è nessuna notizia in questo. Si sapeva, come era già chiaro nelle ore dell’assalto a Capitol Hill, che tra Biden e Trump ci fosse un abisso. La vittoria, probabilmente, gli è stata garantita da questo. Ci sarebbe molto da insegnare, soprattutto all’Italia: Biden non ha inseguito Trump sui temi, ma ha dettato la linea andando in una direzione completamente opposta e ha vinto per questo.

17 decreti presidenziali firmati in una sera e Trump è già un ricordo. Come se non bastasse sarà il primo caso della storia di Impeachment anche se decaduto. Nel 2024 non potrà ricandidarsi, se processato. I Repubblicani potrebbero, e probabilmente lo faranno, spingere sull’acceleratore in tal senso per liberarsi di quell’ingombro. Biden ha dichiarato che l’Impeachment sarà portato avanti perché i fatti di Capitol Hill sono troppo eclatanti. Dipendesse da un giudice nessuno darebbe nemmeno una chance a Trump di cavarsela, ma l’Impeachment è soprattutto un fatto politico. Anche così, intendiamoci, Trump difficilmente la spunterà, perché soltanto una parte dei Repubblicani è con lui.

Biden intanto torna a combattere la pandemia, mentre in politica estera ha salutato con favore l’apertura dell’ambasciata degli Emirati Arabi Uniti a Israele (che il mese prossimo farà lo stesso). Una scelta che la dice davvero lunga anche sulla differenza di vedute in politica estera. Una nuova America è pronta a risorgere dalle sue ceneri.

Leggi anche: “Un regalo dal passato”: un film interamente girato in una scuola e Conte ter, operazione per sfaldare il Movimento 5 Stelle

Share This:

Di Daniele Naddei

Giornalista iscritto all'ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania da maggio 2014. Caporedattore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori