Venezia, Conte promette Mose e ristoro danni fino a 20mila euro

Previsto per il 26 novembre il “Comitatone” ad hoc per discutere dei problemi strutturali della laguna. Entro oggi sarà dichiarato lo stato d’emergenza, Elisabetta Spitz sarà a capo del Mose .  Per il “Ristoro danni? “Fino a 5mila euro a privati, 20mila a esercenti“.

“Per Venezia c’è un impegno a 360 gradi, c’è una situazione drammatica in una città unica, ci dobbiamo essere“, ha detto Conte uscendo dall’hotel nel quale ha dormito stanotte.

Abbiamo individuato la data del 26 novembre per riunire il Comitatone, un organo da me convocato per una governance su tutti i problemi strutturali di Venezia: grandi navi, Mose, maggiore coordinamento tra le autorità competenti“, ha aggiunto il premier.

Sarà Elisabetta Spitz, ex direttore dell’Agenzia del Demanio, il super commissario per il Mose“. Lo ha annunciato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli. “Ci sono stati forti rallentamenti sul progetto che però è compiuto al 93%. Mancano gli ultimi 400 milioni. Sono stati appostati dal governo, non sono fermi per motivi burocratici. Non c’è niente di fermo, i lavori stanno andando avanti”. L’obiettivo è che siano stanziati entro il 2021, ha affermato la ministra ma“Spero però che ci siano utilizzi parziali anche prima“.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori