Venezia, nave da crociera sbanda e rischia incidente

“Vi serve un quarto rimorchiatore?”, “no, al momento il vento è sceso ed è tutto tranquillo” queste le parole tra il comandante e la capitaneria.

La nave da crociera ‘Costa Delizia‘ ha rischiato di finire contro la riva a Venezia, sbandando poco dopo San Marco a causa di una fortissima bufera di grandine e vento. La prua della nave è arrivata a sfiorare uno yacht ancorato in Riva Sette Martiri, e altre imbarcazioni del servizio pubblico di trasporto, riuscendo però ad evitare l’incidente. La Costa Deliziosa stava uscendo dal porto, guidata dai rimorchiatori, e probabilmente a causa delle proibitive condizioni meteo si è trovata in difficoltà a mantenere la rotta. All’altezza dei Giardini, il pilota ha fatto partire la sirena prolungata dell’emergenza, mentre i rimorchiatori di prua tentavano con fatica di ‘raddrizzarla’ riuscendo ad evitare l’incidente.

Tra i passeggeri che si trovavano sui vaporetti in navigazione c’è stato il panico, si è temuto potesse ripresentarsi la situazione del 2 giugno scorso, con la collisione nel canale della Giudecca tra la ‘Msc Opera‘ e un battello granturismo.

“Il violento, straordinario ed improvviso evento meteorologico che ha interessato tutto il Nord Est questo pomeriggio, ha colpito anche Costa Deliziosa con violente raffiche che hanno causato una deviazione durante il passaggio nel Canale della Giudecca, effettuato come sempre sotto le indicazioni del Comandante del Porto, del pilota e dei tre rimorchiatori a cui la nave era legata che hanno con prontezza assistito la nave nella manovra”: così Costa Crociere ricostruisce l’episodio. “Il Comandante ha sempre mantenuto il controllo della nave pur in condizioni di estrema ed improvvisa difficoltà puntualizza la compagnia -. La nave ha ripreso il suo corso verso la destinazione pianificata”.

Tuttavia, dalla registrazione audio delle comunicazioni tra la nave da crociera e la capitaneria di porto, emerge il rifiuto da parte della nave di un quarto rimorchiatore durante le manovre d’emergenza.

“Vi serve un quarto rimorchiatore?”, “no, al momento il vento è sceso ed è tutto tranquillo” è parte del dialogo intercorso tra il comandante e la capitaneria.

L’autorizzazione ad aumentare la velocità arriva proprio durante questa conversazione: “Se ci sono difficoltà visto il maltempo siete autorizzati ad aumentare la velocità nei limiti della sicurezza”, afferma la capitaneria, “per evitare qualsiasi tipo di collisione con altre unità e con la costa”.

 A un’ulteriore domanda della capitaneria, il comandante ribadisce di non aver bisogno di un quarto rimorchiatore. Ma poco dopo la “Costa Deliziosa” rischierà l’incidente, sbandando, e quasi sfiorando uno yacht.

“Ci riserviamo di avviare una tempestiva verifica per appurare se la nave avesse ricevuto i necessari permessi e ottemperato alle necessarie verifiche – è il commento del presidente dell’autorità portuale di Venezia, Piero Musolino-.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori