VIDEO – Avaria al razzo Soyuz, atterraggio d’emergenza

Problema a un booster, dura pochi minuti il volo verso la ISS. Le squadre di soccorso hanno raggiunto la navicella nei pressi della cittadina di Zhezkazgan e l’equipaggio è stato estratto dalla capsula.

Un malfunzionamento al motore poco dopo il lancio della Soyuz verso la Stazione Spaziale Internazionale ha portato a un atterraggio d’emergenza, che si è concluso con successo.

Momenti di alta tensione per i due astronauti a bordo, il comandante russo Alexey Ovchinin, un veterano, e lo statunitense Nick Hague, al suo primo volo. Sono atterrati nel Kazakistan alle 11:20 in buone condizioni di salute, come ha dichiarato la NASA.

Appena il primo stadio del razzo si è separato si sono verificati i problemi a un propulsore, con l’equipaggio che ha avvertito una parziale assenza di peso e subito dopo un’accelerazione che non era prevista. Era quindi obbligatoria una manovra di emergenza per rientrare sani e salvi. La capsula dei due astronauti ha fatto ritorno sulla Terra con una “discesa balistica“, vale a dire impiegando la sola forza di gravità.

Mosca intende sospendere i voli di navette spaziali con a bordo astronauti finché non sarà conclusa l’indagine sul fallito lancio di una navicella Soyuz ms-10 avvenuto questa mattina: lo ha dichiarato il vice premier russo Iuri Borisov, citato dall’agenzia Interfax. “Viste le circostanze – ha affermato Borisov – i lanci spaziali con persone a bordo saranno sospesi per ragioni di sicurezza finché la situazione non sarà stata chiarita”.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori