Virus cinese, il bilancio sale a 132 morti e oltre 6 mila infettati

Con l’ultimo aggiornamento l’epidemia di coronavirus ha già superato in Cina la diffusione della sindrome del 2003: sono 5974 i casi confermati (contro i 5327 della Sars, in nove mesi), mentre i decessi sono saliti a 132.

È stato confermato il primo caso negli Emirati Arabi. Torneranno domani i primi italiani da Wuhan. L’unità di crisi della Farnesina, in coordinamento con il ministero della difesa, il ministero della Sanità e l’istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, sta organizzando un volo che raggiungerà l’aeroporto di Wuhan con a bordo personale medico specializzato per garantire un trasporto sicuro. All’arrivo in Italia i connazionali seguiranno un protocollo sanitario definito dal ministero. In Cina la Toyota ha bloccato la produzione mentre Starbucks ha chiuso temporaneamente metà punti vendita. British Airways ha sospeso tutti i voli da e per la Cina. Al momento tutti i casi sospetti segnalati in Italia si sono rivelati negativi ai test per il coronavirus 2019-nCoV. Lo riferisce il ministero della Salute in una nota.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori