Addio allo scrittore Alessandro Leogrande

Per un malore improvviso è deceduto a 40 anni, nella sua casa di Roma.

Della sua scomparsa improvvisa e prematura, il 26 novembre nella sua casa a Roma, ha dato notizia il padre Stefano ricordando il suo impegno “in difesa degli ultimi e dei ferocemente sfruttati nei più diversi contesti: nell’ambito del caporalato, degli immigrati, dei desaparecidos in Argentina, ed ovunque ci sia stato un sopruso” dice in un messaggio pubblicato dal sito La ringhiera, rilanciato sui social.

Tarantino ma romano d’adozione, Leogrande, che è stato vicedirettore della rivista ‘Lo straniero’ diretta da Goffredo Fofi, collaboratore di diversi quotidiani e di Radio3, ha vinto nel 2003 il Premio Sandro Onofri con ‘Le male vite’ (L’Ancora del Mediterraneo). I suoi libri, l’ultimo è ‘La frontiera’ (Feltrinelli) mostrano chiaramente il suo impegno sociale. Tra questi: ‘Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud’ (Mondadori).

Lo piange il mondo della cultura e del giornalismo. Al lutto della famiglia si associa anche il Salone del Libro di Torino, per il quale collaborava come consulente.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori