Al Napoli manca la fortuna, la Juventus è cinica con Higuain che tradisce ancora…

Juve-Napoli ? Higuain contro undici giocatori azzurri.

Questa è Juve-Napoli, dove a brillare sono solo i colori di mister Sarri , ma a vincere è ancora la Juventus col gol del campione argentino.

L’allenatore del Napoli  questa volta non ha paura e gioca allo Juventus Stadium in maniera spregiudicata e senza paura.

Senza attaccante sa che deve rischiare ed allora la mette sul piano del primo tocco e del gioco e per più di un’ora è il Napoli a comandare a Torino.

Djawara al posto di Jorginho, e Chiriches al posto di Maksimovic sono le sorprese della  formazione azzurra.

Primo tempo: il Napoli tiene benissimo il campo e palleggiano tutti bene quelli con la maglia azzurra  con Djawara vero faro del centrocampo che tiene bene sia Hernanes e Pjanic. Higuain è un fantasma tenuto bene da Koulibaly e Chiriches, Callejon e Mertens partono bene in contropiede, concentrati anche quando sono in fase passiva. Il primo tempo, però, è avaro di emozioni, con un solo tiro di Lichtseiner al minuto 20 che però finisce in curva.

Secondo tempo: arrivano le emozioni allo Juventus stadium. Calcio d’angolo per la Juve e dopo un calcio d’angolo, il tocco di Ghoulam,  tra l’altro col suo piede preferito, è sfortunato. Bonucci non si fa pregare e con una botta di sinistro dal dischetto segna un rigore in movimento con Reina che non può far niente.

Napoli sotto al minuto 50 in maniera immeritata.

Non si scompone  e reagisce bene come sempre la squadra azzurra quando subisce un gol e gioca ancora meglio del primo tempo. Insigne, questa volta buona la prova del talento azzurro, mette in difficoltà Alex Sandro e regala un assist al bacio a Callejon.  L’inserimento di Callejon è cosa già vista e dà ancora i suoi frutti: il gol è di alta fattura. Buffon questa volta deve raccogliere il pallone dalla rete.

Le emozioni continuano quando Sarri sostituisce Insigne con Giaccherini. L’attaccante di Frattamaggiore non la prende bene ed uscendo dal campo chiede spiegazioni proprio al suo allenatore. I due si chiariranno in settimana.

Continua a giocare bene il Napoli, ma è Higuain che la decide. Non può segnare restando in area ed allora mister Allegri gli consiglia di venirsi a prendere il pallone verso la trequarti di centrocampo. Da questa mossa nasce il gol che deciderà il match: è proprio l’argentino che fa partire un lancio per Kehdira che viene anticipato da Ghoulam che però la respinge proprio verso Higuain che di sinistro e di collo pieno la mette dentro.

Il Napoli perde ancora, ma questa volta in maniera immeritata. Cosa si può rimproverare ai ragazzi di Sarri ? Niente, proprio niente. 

Ora, si rigioca martedì in Champions. Tornerà Gabbiadini in attacco, vedremo un altro Napoli ?

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori