Countdown alla Casa Bianca: ultimo faccia a faccia fra la Clinton e Trump

 La settimana scorsa, quando in Italia erano le prime ore di giovedi 20 ottobre, nello stato del Nevada è andato in scena il terzo ed ultimo dibattito fra Ilary Clinton, candidata per il Partito Democratico e Donald Trump, candidato per il partito Repubblicano. Si avvicina infatti, per gli Stati Uniti, il momento del voto. Il prossimo 8 novembre l’America è chiamata al voto per le elezioni alla Casa Bianca, il cui vincitore prenderà il posto dell’uscente Barack Obama.

Così come i due precedenti incontri, anche l’ultimo dibattito ha riservato le solite accuse da ambo le parti con un clima di incertezza che continua a regnare sovrano, anche se i sondaggi danno sempre la leader democratica in vantaggio su rivale repubblicano.

I TEMI TRATTATI E GLI INSULTI – I temi approfonditi nell’ultimo dibattito sono gli stessi che sono stati trattati in precedenza: immigrazione, economia, le mail della Clinton, le accuse di molestie delle donne da parte di Trump, e ancora la politica estera e la questione in Medio Oriente. Nella prima parte del dibattito Trump ha parlato in modo calmo e sicuro,  mentre nella seconda parte si è lasciato andare con i suoi discutibili modi. Ha prima definito la Clinton come una “nasty woman“, definendola cosi una donna sporca, cattiva, disgustosa, mentre la candidata democratica ha definito l’antagonista repubblicano come “la persona più pericolosa che si sia mai candidata alla presidenza degli Stati Uniti d’America“.

Ad oggi, i sondaggi vedono ancora la Clinton in vantaggio su Trump, ma il candidato repubblicano ha ancora due settimane per provare ad invertire la tendenza che, fino ad adesso, lo ha sempre visto in svantaggio rispetto la leader democratica.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori