Germania-Italia: appuntamento con la storia stasera alle 21

In venti milioni. Si, saranno venti milioni i tifosi azzurri incollati stasera alle 21 davanti alla Tv. Tanti seguiranno il match che può portarci alla semifinale di Euro 2016.

Germania-Italia, ha sempre un fascino particolare, e non importa se vale una semifinale o una vittoria in un torneo internazionale. Germania-Italia è la partita delle partite, quella che guardi con emozione perchè i tedeschi li devi battere a prescindere.

Chi di voi guardando Germania-Italia nella vostra vita non ha pensato un attimo ad esempio  a quello che è successo nella seconda guerra mondiale ? Mi direte: “Ma cosa c’entra col calcio” ?

Vero, avete ragione, ma Germania-Italia  è la partita che avete visto almeno una volta con i vostri nonni o con i vostri genitori, i quali si sono emozionati al gol di Tardelli nel 1982 oppure a quello di Grosso nel mondiale 2006, e fidatevi la memoria non tradisce mai, loro si che hanno pensato a quelle cattiverie passate durante la guerra.

Ma il calcio è un’altra cosa, ma Germania-Italia no. Questa, è la partita delle partite. Un match dove la grinta vista dagli azzurri contro la Spagna, dovrà moltiplicarsi al  quadrato, perchè loro in fondo, sono sì davvero i più forti del mondo.

Conte, che ha rivoluzionato la mentalità azzurra, ce la metterà tutta a battere i tedeschi: impresa non semplice, ma possibile.

D’altra parte in questo europeo ne stiamo vedendo di tutti i colori: il Galles è in semifinale, l’Islanda si gioca i quarti di finale domani contro la Francia, l’Italia stessa ha battuto la Spagna cinque giorni fa. Insomma, niente è scontato  in questo calcio e Conte lo sa bene.

Tutto può essere, tutto si può se si vuole.

Queste le probabili formazioni di Germania- Italia:

Italia: Buffon; Barzagli, Chiellini, Bonucci; Florenzi, Parolo, De Rossi (Sturaro), Giaccherini, De Sciglio; Eder, Pellè. All. Conte 

Germania: Neuer; Kimmich, Boateng, Hummels, Hector; Kroos, Kehdira; Muller, Ozil, Draxler; Gomez. All. Low

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori