Napoli beffato anche a Roma: ora l’accesso diretto alla Champions è a rischio…

Il Napoli a Roma perde la terza trasferta consecutiva dopo quella ad Udine ed a Milano contro l’Inter.

Ed è una sconfitta che mette rabbia ed amarezza perchè ora la Roma è a meno due dagli azzurri.

Quello che fa più rabbia è vedere che, nonostante la netta superiorità sul campo, gli azzurri non riescano a concretizzare, nonostante oggi avessero di nuovo Higuain in campo.

Forse solo ad Udine, la squadra di Sarri è andata davvero in difficoltà, complice anche l’espulsione di Higuain, ma dalle trasferte di Milano e di Roma, il Napoli poteva tranquillamente uscirne almeno con un punto a partita.

Il Napoli, anche oggi, come scritto, infatti, comanda il gioco e Sarri preferisce inserire Mertens dal primo minuto, lasciando Insigne in panchina. Scelta che non si rivelerà fortunata.

E’ Higuain, manco a dirlo, il più pericoloso del Napoli e Szczesny, portiere della Roma, deve compiere un vero miracolo al minuto 30 del primo tempo. Il Pipita, dopo un controllo a seguire pazzesco, non riesca a bucare la porta giallorossa.

La Roma, nel primo tempo, non fa un tiro in porta.

Nel secondo tempo è sempre il Napoli ad avere il controllo del match, ma l’impressione è che la squadra di Sarri si accontenti dello 0-0, nonostante un’altra occasione di Higuain con altra parata di Szczesny.

Esce Mertens ed entra Insigne, ma la storia non cambia e dall’altra parte entra Totti che a 38 anni più di dieci minuti a match non può giocare.

Quando hai classe ed eleganza puoi mettere lo zampino anche in una sola azione e Francesco Totti è protagonista nell’azione che porta al gol della Roma: palla filtrante per Salah che vede Nainggolan al limite dell’area che non perdona.

Il Napoli è beffato ancora una volta nella terza trasferta consecutiva.

Dopo Udinese ed Inter, arriva anche la sconfitta contro la Roma. Ora serve uno sforzo importante perchè perdere l’accesso diretto Champions e ricominciare la stagione dai preliminari sarebbe davvero un peccato

 

 

 

Massimiliano Alvino

 

Riproduzione riservata: ne è consentita una riproduzione parziale o totale con citazione della fonte www.culturaacolori.it oppure Culturaacolori

 

 

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori