Via libera al governo Gentiloni: tutti i nomi dei nuovi Ministri

Dopo quanto accaduto lo scorso 4 dicembre con le elezioni in Italia per il Referendum e le dimissioni di Renzi, il Presidente della Repubblica Mattarella ha dato il via libera a Paolo Gentiloni per formare – a strettissimo giro di posta – un nuovo governo. Alle 18 di domenica, infatti, il neo Premier ha iniziato le consultazioni per il nuovo governo che vedrà la conferma di alcuni ministri ed altre new entry. Salvo clamorosi colpi di scena, il governo Gentiloni non avrà grossi stravolgimenti rispetto al governo del dimissionario Renzi.

I MINISTRI CONFERMATI – Fra i ministri confermati dovrebbero esserci Angelino Alfano come ministro dell’Interno mentre Marco Minniti, attuale sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio,  potrebbe trasferirsi al Viminale. Roberta Pinotti e Andrea Orlando, attualmente ministri di Difesa e Giustizia, resteranno al proprio posto. Conferme anche per Luca Lotti, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri, Maurizio Martina che resterà come ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Pier Carlo Padoan sarà il ministro dell’Economia, Dario Franceschini continuerà a ricoprire il suo ruolo nel nuovo esecutivo come ministro dei Beni e attività culturali e turismo, Beatrice Lorenzin sarà la ministra della Salute e riconfermerà il suo incarico mentre Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico, rimarrà nella sua posizione anche se era stato fatto il suo nome per altri dicasteri. Conferma anche per Graziano Delrio che sarà il ministro delle Infrastrutture e trasporti.

I DUBBI – Per quanto riguarda i dicasteri in dubbio, c’è quello della Pubblica amministrazione dove Fassino incalza Marianna Madia, mentre il ministro del Lavoro uscente Giuliano Poletti rischia di essere sollevato dall’incarico per far posto ad Elisabetta Belloni. Dubbi anche per la ministra delle Riforme costituzionali e rapporti con il Parlamento dove Anna Finocchiaro dovrebbe sostituire Maria Elena Boschi, mentre Gialuca Galletti, ministro dell’Ambiente, è in dubbio ma alla fine potrebbe essere anche riconfermato.

 

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE – Chi non farà parte del nuovo esecutivo, invece, sarà la ministra dell’Istruzione Stefania Giannini che dovrebbe essere sostituita da Marco Rossi Doria che ha già svolto il ruolo di sottosegretario nei governi Monti e Letta.

Share This:

Giuseppe Secondulfo

Mi chiamo Giuseppe Secondulfo e sono uno studente laureando in lingue e letterature straniere presso l’Università di Napoli l’Orientale. Amo scrivere di calcio, reportages, e di attualità estera di cui sono un grandissimo appassionato. Nel tempo libero amo leggere, guardare documentari sull’arte, la cucina, approfondire la conoscenza delle lingue straniere e viaggiare. Sono un appassionato, oltre che del calcio, anche di tennis e di basket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori