Accadde Oggi, i fatti del 10 settembre

Oggi 10 settembre 2019 è il 253esimo giorno dell’anno. Il sole sorge alle 06:38 e tramonta alle 19:21. La luna è in fase crescente e il segno lunare di oggi è l’acquario.Anche oggi abbiamo scelto tre fatti importanti successi nella storia proprio oggi 10 settembre. 

1898 – Elisabetta di Baviera, meglio conosciuta come la Principessa Sissi, viene assassinata a Ginevra dall’anarchico Luigi Lucheni

Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, nata duchessa in Baviera (in tedesco: Elisabeth Amalie Eugenie, Herzogin in Bayern; Monaco di Baviera, 24 dicembre 1837 – Ginevra, 10 settembre 1898), fu imperatrice d’Austria, regina apostolica d’Ungheria, regina di Boemia e di Croazia come consorte di Francesco Giuseppe d’Austria. Nonostante fosse cresciuta relativamente libera da vincoli sociali e di comportamento normalmente imposti alla nobiltà mitteleuropea del XIX secolo e generalmente insofferente alla disciplina di corte a Vienna, nonché alle politiche imperiali e alle condizioni di vita dei popoli sottoposti alle autorità dell’Impero austro-ungarico, rimase un simbolo della monarchia asburgica, e per tale ragione il 10 settembre 1898 fu uccisa a Ginevra, in Svizzera, dall’anarchico italiano Luigi Lucheni.

2002 – La Svizzera entra nelle Nazioni Unite

La Svizzera è stato uno degli ultimi paesi al mondo ad entrare a far parte delle Nazioni Unite. Nel 1986, una prima proposta di adesione viene respinta dal popolo. Il dibattito è rilanciato una decina di anni più tardi, ma è soltanto il 3 marzo 2002 che un’iniziativa popolare in tal senso è accettata dalla maggioranza del popolo, con il 54,6% di voti. Il 10 settembre 2002, la Svizzera è stata ufficialmente accolta in seno alle Nazioni Unite, dopo che nel marzo dello stesso anno il popolo elvetico aveva approvato a stretta maggioranza l’adesione all’organizzazione internazionale. Una decisione storica.

1977 – L’ultimo ghigliottinato di Francia

L’ultimo ghigliottinato, e l’ultimo giustiziato in Europa occidentale, nacque a Tunisi in una famiglia di otto fratelli e subì da bambino le violenze della madre. Lasciò il Paese a 19 anni e chi lo conosceva lo raccontò come “un ragazzo dolce, mansueto, lavoratore e onesto” che grazie all’aspetto e ai modi faceva colpo sulle donne. Nel 1971, tuttavia, in un incidente con la motozappa si maciullò una gamba. “Da quel giorno, mi sono reso conto all’improvviso che non ero più normale” raccontò al processo “e ce l’ho avuta con tutti, specialmente con le donne”. Djandoubi conosce all’ospedale dove è ricoverato Elisabeth Bousquet, di appena 19 anni. Ben presto il loro idillio decade in una storia sordida: il tunisino la picchia e la obbliga a prostituirsi. A maggio del ’73, lei sporge una denuncia. I due si ritrovano dopo più di un anno, quando Elisabeth s’imbatte in Hamida. L’uomo, frattanto, ha inaugurato un ménage a tre con altre due ragazze che pure costringe a prostituirsi. E’ sotto gli occhi loro che per vendetta sevizia e poi strangola Elisabeth in un capannone a Lançon-de-Provence, nei pressi di Marsiglia.

Nato oggi – Karl Otto Lagerfeld 

Karl Otto Lagerfeld nasce il 10 settembre del 1933 ad Amburgo, in Germania, unico figlio di Elisabeth e di Christian, membro di una famiglia a capo di una banca d’affari scandinava responsabile dell’introduzione del latte condensato in territorio tedesco. Grazie ai soldi di famiglia, ha l’opportunità di aprire un negozio a Parigi, non rinunciando a consultare la veggente turca di Christian Dior, Madame Zereakian, che gli predice un grande successo nel mondo dei profumi e della moda.

A partire dal 1972 comincia a collaborare con Fendi, marchio di abbigliamento italiano per il quale disegna vestiti e accessori. Nel corso degli anni Settanta, inoltre, in più di un’occasione Karl Lagerfeld si cimenta nella realizzazione di costumi per produzioni teatrali, collaborando – tra l’altro – per registi come Luca Ronconi e Jurgen Flimm.

Nel 1980 disegna i costumi per “Les Troyens” di Hector Berlioz, allestito alla Scala di Milano per la regia dello stesso Ronconi, ma anche per “Komodie der Verfhrung” di Arthur Schnitzler, allestito al Burgtheater di Vienna per la regia di Horst Zankl.

Nello stesso anno lo stilista fonda “Lagerfeld”, la sua etichetta, con la quale lancia linee di vestiti e profumi. La sua linea di abbigliamento in un primo momento ha il nome di Lagerfeld Gallery, che ben presto viene sostituita da Karl Lagerfeld.

I Santi festeggiati il 10 settembre

-Sant’ Agabio di Novara
Vescovo

– Sant’ Ambrogio Edoardo Barlow
Sacerdote benedettino, martire

– Sant’ Auberto di Avranches
Vescovo

– Beato Giacomo Gagnot
Sacerdote carmelitano, martire

– Santi Nemesiano, Felice, Lucio, Litteo, Poliano, Vittore, Iader e Dativo

– San Nemesio di Alessandria
Martire

– Beato Oglerio
Abate di Lucedio

– Santa Pulcheria
Imperatrice

– San Teodardo di Tongress
Vescovo e martire

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura a Colori