Alla Scala del calcio c’è solo una squadra: il Napoli

Una sola squadra in campo: il Napoli.

Sarri insegna calcio anche alla Scala di Milano ed esce insieme ai suoi giocatori dal campo tra gli applausi. Insigne e’ il migliore in campo, ma tutto il collettivo  e’ cresciuto tantissimo, e possiamo tranquillamente scrivere che il Napoli può puntare dritto allo scudetto.

Roma, Inter, Fiorentina e Juventus. Saranno queste le avversarie del Napoli per il titolo, ma Sarri può fare la differenza. Perché Sarri ? Perché ha completamente rigenerato una squadra che alla fine dello scorso campionato era completamente morta. Tutti volevamo andare via, mentre invece tutti sono rimasti, a cominciare proprio da Higuain che col mister  ha un rapporto particolare.

Stima reciproca e grande feeling, possono portare il Napoli davvero in alto, e se a questo ci aggiungiamo l’umiltà proprio del mister di cambiare schema in corsa, allora sì che nessun risultato è precluso.

La cronaca del match ci racconta di un Napoli che pressa alto e proprio da quel pressing arriva il gol di Allan. Il brasiliano, così come successo nella partita contro la Lazio, rimane freddissimo davanti al portiere e mette in rete. L’assist e’ di un certo Insigne.

Nel secondo tempo lo scugnizzo di Frattamaggiore si scatena e realizza prima un gol capolavoro grazie anche ad un assist magico di Higuain e poi fa il bis su punizione realizzando la sua prima doppietta in serie A.

L’autorete di Ely serve solo per le statistiche.

Uno 0-4 mai visto a Milano, un risultato che entra di diritto nella storia del Napoli.

Da stasera i sei milioni di tifosi azzurri possono davvero sognare, quest’anno tutto può succedere…

 

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori