Beppe Fiorello incanta al Teatro Augusteo di Napoli con le canzoni di Domenico Modugno

Un viaggio lungo 40 anni come quanto è durata la carriera di Domenico Modugno.

A compierlo è Giuseppe Fiorello che al Teatro Augusteo di Napoli incanta il pubblico  con la sua bravura e con la sua straordinaria somiglianza nei gesti e soprattutto con la voce con il grande cantante pugliese ormai scomparso più di venti anni fa.

Da solo sul palco del Teatro Augusteo, Beppe Fiorello, racconta la sua infanzia in Sicilia nella quale ha avuto due amici: il padre da una parte e dall’altra proprio lui Domenico Modugno, autore e compagno della sua straordinaria avventura che come lui spesso ripete nello spettacolo, è la vita.

Commoventi molti passaggi dello spettacolo: l’amore dei suoi  genitori con il sottofondo delle canzoni di Modugno, la sua straordinaria voglia di interpretarlo nella sua carriera prima da attore televisivo e poi teatrale, l’incontro con la moglie di Modugno, signora Franca, entusiasta del progetto proprio dell’attore siciliano di riportare le canzoni del marito in giro per tutti i teatri in Italia.

E poi c’è lei, quella straordinaria giacca celeste indossata da Modugno al Festival di Sanremo e calzata a pennello proprio da Beppe Fiorello.

Da “Meraviglioso”a  “La donna riccia” da “Volare” a “Tu si na cosa grande”, Beppe Fiorello ottiene la standing ovation a fine spettacolo quando canta il capolavoro “Un uomo in frack” e saluta il pubblico napoletano che rimane estasiato dalla bravura dell’attore nato 47 anni fa a Catania.

Per chi vuole vederlo c’è tempo per l’ultima replica oggi alle ore 18,00 al Teatro Augusteo a Napoli

 

 

 

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori