Che Italia a Lione: batte il Belgio per 2-0, torna l’entusiasmo azzurro

L’Italia tira fuori le unghie, tira fuori la sua esperienza internazionale, tira fuori la classica voglia di vincere  nel primo match degli europei di calcio in Francia battendo il favoritissimo Belgio di De Bruyne, Hazard e Mertens.

Non ci sono i Del Piero, i Totti, i Cannavaro ed i Pirlo, ma questa Italia nelle competizioni mondiali e continentali ha sempre lo stesso spirito.

Soffre, suda, corre e vince l’Italia di Conte e batte il Belgio per 2-0 con un gol per tempo.

Le due squadre  si studiano  fino al trentesimo minuto, poi è l’Italia che comanda il  match con il regista aggiunto Bonucci che sfodera un lancio fantastico per Giaccherini. 

L’ex attaccante della Juventus e del Bologna ha un controllo magico e batte il fortissimo  Courtois in uscita.

Che forza il  blocco Juventus in difesa, praticamente perfetti Bonucci, Chiellini e Barzagli con Buffon che li segue dalla sua area e dà consigli non solo ai difensori.

Conte,  inventa questa mossa fantastica e cioè Bonucci difensore-regista che i belgi fanno fatica a comprendere. Il difensore juventino  non solo con quel lancio si rivelerà il migliore del match.

Il secondo tempo è di marca belga. Entrano Carrasco,  e soprattutto Mertens che in più di un’occasione fa impazzire la difesa azzurra senza però mai pungere ed essere pericoloso.

La storia calcistica italiana ci racconta che le squadre nazionali hanno costruito le proprie vittorie su una grande difesa e su un ottimo contropiede ed è quello che succede negli ultimi dieci minuti del match.

Il Belgio fa paura, ma Ciro Immobile, subentrato ad Eder, è un fulmine e costringe ancora il portiere belga ad una super parata.

Dopo un’occasione incredibile sprecata da Origi, parte un nuovo contropiede sempre con l’attaccante del Torino che smarca Candreva in area. Il laziale a due minuti dalla fine, sembrato stanco nel finale, rimane freddo  davanti al portiere belga e fornisce un assist al bacio che Pellè  con un grande tiro a volo sfrutta alla perfezione: è il 2-0 per l’Italia che guadagna tre punti importantissimi e si candida come una delle protagoniste a questo europeo di Francia.

 

 

Share This:

Massimiliano Alvino

Inguaribile sportivo, ex calciatore ed ex arbitro di calcio, giornalista da giugno 2012. Mi piace tutto quello che si chiama Sport, ma amo anche il teatro ed il cinema. Amo la musica di Jamiroquai, Trainspotting il film che rivedrei all'infinito, il Napoli la mia unica fede. Prima o poi comincerò a scrivere libri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display

Cultura a Colori